Gli arrivederci che sanno di addii…e quegli addii che resteranno ricordi impressi nella storia. Ciao guerrieri, ciao Comandante (Parte 10/10)

Gli arrivederci che sanno di addii…e quegli addii che resteranno ricordi impressi nella storia. Ciao guerrieri, ciao Comandante (Parte 10/10)

Ho sempre odiato gli addii. Sin da piccola quando, al termine di una consueta, stupenda, indimenticabile vacanza in villaggio, dovevo salutare i miei compagni di avventura dispersi nelle più svariate parti d’Italia e già sapevo che non li avrei più rivisti. “Ma tranquilla, ti veniamo a trovare a Caserta”. E chi ci crede, ho 10Leggi di più a riguardoGli arrivederci che sanno di addii…e quegli addii che resteranno ricordi impressi nella storia. Ciao guerrieri, ciao Comandante (Parte 10/10)[…]

La rabbia del Comandante e di un popolo innamorato nel rumoroso catino doriano: ma non è odio, è solo invidia (Parte 9/10)

La rabbia del Comandante e di un popolo innamorato nel rumoroso catino doriano: ma non è odio, è solo invidia (Parte 9/10)

L’accoglienza a Genova non è mai stata una passeggiata quando si gioca contro la Samp: questione di alleanze, simpatie, gemellaggi.  Forse le nuove leve neanche conoscono la parola gemellaggio, associato ad un calcio fatto di odio, astio, competizione, vittoria. Eh sì, solo la vittoria. A nulla o poco più contano le emozioni, i ricordi, leLeggi di più a riguardoLa rabbia del Comandante e di un popolo innamorato nel rumoroso catino doriano: ma non è odio, è solo invidia (Parte 9/10)[…]

La solitudine dei numeri primi e le emozioni contrastanti di un soleggiato giorno di maggio (Parte 8/10)

La solitudine dei numeri primi e le emozioni contrastanti di un soleggiato giorno di maggio (Parte 8/10)

Il San Paolo è una macchia di azzurro e d’amore così uniforme che quei cori, quel “rumore” diventano assordanti e si assorbono quasi come una medicina istantanea al dolore. Si trasformano in un flusso continuo quasi in un silenzio assordante quando sei assorto con i tuoi pensieri, con le mani tra i capelli quando realizziLeggi di più a riguardoLa solitudine dei numeri primi e le emozioni contrastanti di un soleggiato giorno di maggio (Parte 8/10)[…]

Le lacrime di Allan bagnano un’intera città: possono bastare per essere felici? Solo applausi per un Napoli infinitamente umano (Parte 7/10)

Le lacrime di Allan bagnano un’intera città: possono bastare per essere felici? Solo applausi per un Napoli infinitamente umano (Parte 7/10)

Il massimo a volte non è abbastanza. Stanotte la stazione di Piazza Garibaldi era semivuota. Nessun fumogeno, nessun coro, solo in cento ad aspettare. E traditi non soltanto in campo ma anche dall’arrivo ad un’altra stazione della truppa partenopea che, per motivi di ordine pubblico, aveva già programmato il suo capolinea ad Afragola. Sarò conLeggi di più a riguardoLe lacrime di Allan bagnano un’intera città: possono bastare per essere felici? Solo applausi per un Napoli infinitamente umano (Parte 7/10)[…]

L’incornata di K2 e di una città intera ha espugnato il Palazzo: ora è tempo dell’assalto finale (Parte 6/10)

L’incornata di K2 e di una città intera ha espugnato il Palazzo: ora è tempo dell’assalto finale (Parte 6/10)

“Noi abbiamo giocato contro una squadra. Ed abbiamo vinto. Loro hanno giocato contro una città. Ed hanno perso” Mi piace pensare che esista una parte del mondo dove regni la meritocrazia, la giustizia, il destino, che aiuta davvero gli audaci. Che faccia sorridere, sperare, credere nel presente e nel futuro anche quando tutto sembra inLeggi di più a riguardoL’incornata di K2 e di una città intera ha espugnato il Palazzo: ora è tempo dell’assalto finale (Parte 6/10)[…]