Cina cresce il PMI ma chiudono le fabbriche

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Coronavirus: chiudono tutte le fabbriche in Italia salvo le essenziali

Lo ha deciso il governo, stop fino al 3 aprile. Drammatico discorso di Conte alla Nazione. Insieme ce la faremo | Tutti i settori che restano aperti, dall’agricolo ai finanziari passando per informazione e farmacie | Orsi & Tori

di Andrea Pira 21/03/2020 23:36

tempo di lettura

Alla fine Giuseppe Conte ha rotto gli indugi. Chiudono le fabbriche in Italia, fino al 3 aprile, con la sola eccezione degli stabilimenti alimentari, di quelli che producono materiale sanitario o medicale e delle industrie strategiche.

“Ho scelto di non minimizzare la realtà che è sotto i nostri occhi”, ha detto Conte con una diretta Fb alla nazione, “La decisione assunta dal governo è quella di chiudere ogni attività produttiva che non sia finalizzata a fornirci servizi che non siano essenziali”. Supermercati e strutture che danno beni di prima necessità restano aperti. Così come farmacie, parafarmacie e servizi postali. Al di fuori delle attività essenziali, tra cui l’informazione, sarà consentito soltanto lo smart working. “Rallentiamo il motore produttivo del Paese, ma non lo fermiamo”, ha detto Conte, annunciando misure straordinarie per far ripartire il Paese.

L’intesa è stata raggiunta con sindacati e parti sociali nel pomeriggio e la decisione è stata accelerata dall’ordinanza del governatore lombardo, Attilio Fontana di stringere ulteriormente le limitazioni per i cittadini con l’intento di contenere il contagio da coronavirus. Soprattutto hanno influito i numeri del contagio. L’aggiornamento è stato il più nero dall’inizio dell’emergenza : 793 morti in più rispetto al giorno precedente e 4.821 nuovi casi.

L’esortazione al governo era arrivata dalle regioni più colpite. Non sono infatti bastate le restrizioni stabilite ieri dal ministero della Sanità con il divieto di accedere ai parchi o di trasferirsi nelle seconde case durante il weekend.

Nel pomeriggio Fontana aveva ottenuto dai rappresentanti delle associazioni di impresa la garanzia della richiesa ai propri associati di sospendere comunque tutte quelle produzioni che non fanno parte delle filiere essenziali.

Restano aperti i servizi finanziari e assicurativi, i call center, le telecomunicazioni, i taxi e il noleggio con conducente. Aperte anche le edicole e i servizi di informazione e comunizione, nonché il trasporto aereo, il trasporto di merci su strada e i trasporti merci in generale, i servizi di vigilanza. (riproduzione riservata)

La Cina cresce ma chiudono le fabbriche

La Cina è talmente grande da essere “naturalmente” contraddittoria. La crescita del paese, dopo l’annuncio del rallentamento dell’economia nel suo complesso, è ripresa, ma questo non ha dato entusiasmo e vigore al governo che ha studiato un modo per evitare nuovamente la sovraccapacità produttiva.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

I dati sulla crescita cinese sono chiari e si evincono dalla pubblicazione dell’indice PMI manifatturiero. Questo indicatore, nel giro di sedici mesi, si è riportato oltre la soglia dei 50 punti, fino a 51 punti. Superare la soglia dei 50, tanto per essere chiari, vuol dire avere un’economia in fase di espansione.

La crisi economica, però, è ancora uno spauracchio da archiviare e Pechino ha deciso di evitare brutte sorprese, per esempio la sovraccapacità produttiva. Con tutta l’autorità che gli è “riconosciuta”, allora, il Governo cinese ha pensato di ordinare la chiusura di 1300 fabbriche.

I segnali positivi che arrivano dal paese fino ai mercati asiatici ed internazionali, sono stati così annichiliti. E’ sicuramente finito il periodo in cui si restava in allerta per il timore della crisi ma le sofferenze in termini di liquidità, non fanno dormire sonni tranquilli ai cinesi. Il rallentamento c’è e nel 2020 l’economia cinese crescerà soltanto al ritmo del 7 per cento. Forse, però, questo è il ritmo giusto per evitare future crisi.

Tag: cina

Cina: cresce il PMI ma chiudono le fabbriche

La Cina è così grande che è facile trovarsi davanti a scenari contraddittori, dove alla ripresa della crescita fa da contraltare la chiusura di moltissime fabbriche. Insomma, la crescita c’è…

di Luigi Boggi – 29 Agosto 2020

Cina: via alla libertà nei tassi delle banche

Lo statalismo cinese è duro a morire ma ci sono delle piccole novità nel mondo finanziario che iniziano a minarne le basi, per esempio la liberalizzazione delle banche che punta…

di Luigi Boggi – 29 Luglio 2020

Borsa: da Pechino arriva la spinta ai mercati

I movimenti delle borse sono emblematici, riflettono in maniera speculare l’andamento delle politiche finanziarie dei vari paesi. In questo momento a fare il bello e il cattivo tempo c’è la…

di Luigi Boggi – 23 Luglio 2020

Cina: confermato il rallentamento dell’economia

Il rallentamento dell’economia cinese, ormai, è qualcosa di assodato ma le continue conferme che arrivano dai report elaborati nel paese non fanno che scoraggiare gli investitori. Ecco gli ultimi dati…

di Luigi Boggi – 16 Luglio 2020

Immobiliare: la ripresa parte da Shanghai

Adesso c’è da scommettere che il nostro settore immobiliare ripartirà al più presto. Una recente indagine di un’associazione di categoria, infatti, spiega che ci sono molti investitori cinesi pronti ad…

di Luigi Boggi – 21 Giugno 2020

Cina: la zavorra sui mercati UE

La Cina ha zavorrato i mercati occidentali, ha condizionato le quotazioni sulle principali piazze, eccetto quella giapponese. Ecco cosa è successo sui listini internazionali.

di Luigi Boggi – 11 Giugno 2020

FMI: tagliate anche le stime cinesi

L’economia cinese è cruciale per lo sviluppo dell’economia globale per questo quando si diffonde la voce che quella porzione di Asia è in difficoltà, le ripercussioni sul mercato sono incredibili….

di Luigi Boggi – 21 Maggio 2020

Europa: più dazi contro i pannelli solari

Il settore dei pannelli solari è in continua espansione dopo che la crisi energetica globale ha dimostrato che non si può più fare affidamento sui vecchi sistemi di approvvigionamento energetico….

di Luigi Boggi – 9 Maggio 2020

Forex: l’Australia investe in Cina

L’Australia è sicuramente un paese da tenere d’occhio in primo luogo perché non ha subito la crisi come gli altri e poi perché in questo periodo si sta muovendo su…

di Luigi Boggi – 26 Aprile 2020

Paesi emergenti, più guadagni e più rischi

In questi ultimi mesi ci sono stati degli eventi che hanno condizionato molto le borse e che in parte hanno illustrato i rischi del mercato e il trend degli investimenti….

di Luigi Boggi – 22 Gennaio 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: