Come la Banca Centrale Europea interviene per regolare il cambio dell’Euro

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come la Banca Centrale Europea interviene per regolare il cambio dell’Euro

La storia dell’euro, in verità, ha già sperimentato interventi delle banche centrali per influenzare il cambio

Draghi sa perfettamente che un ulteriore deprezzamento risolverebbe diversi problemi senza eccessivi costi politici. Chi esporta in Francia, Italia, o in Germania, avrebbe un espediente in più per osteggiare la frenata degli ordini dall’estero. E beni e servizi all’import costerebbero un po’ di più, sostenendo la Bce a aumentare il tasso d’inflazione.

Questo tema sarà oggetto di discussione del consiglio direttivo della Bce che discuterà su cosa stabilire. Ma anche nella gestione del tasso di cambio Draghi avrà sempre lo stesso problema: le spaccature politiche dell’Eurozona, che la Bce cerca di colmare ovviando al vuoto politico dei governi. Il livello dell’euro riguardo alle altri forti valute dovrebbe essere una pratica comune fra la Bce e i leader dei Paesi dell’area, ma questi ultimi paiono incapaci di esprimere un indirizzo: hanno posizioni troppo diverse fra loro. Nel contempo, la Bce ha problematicità a condurre la campagna che sarebbe sicuramente più logica ed efficace: vendite dirette di euro in cambio di dollari. La storia dell’euro, in verità, ha già sperimentato interventi delle banche centrali per influenzare il cambio. Nel novembre del duemila l’Eurotower, la Fed ed altre banche centrali entrarono insieme sui mercati per acquistare euro, caduto a 0,82 sul dollaro, e far comprendere che non ne avrebbero più sopportato un’ulteriore scivolata. Ora però se la Bce agisse da sola, senza l’approvazione della Fed, sarebbe accusata di violare il patto (informale) fra banche centrali del G7 di non interferire mai con le monete degli altri.

Draghi sa perfettamente che questi interventi sarebbero quello di cui Eurolandia ha necessità. Non è quindi escluso che la Bce tenti di far fare al mercato ciò che lei non può fare: vendere euro e acquistare dollari, o altre valute. È per questo motivo che in questi giorni il mercato ha preso posizione sulla ipotesi di un prossimo taglio dei tassi della Bce. Quello principale andrebbe da 0,15% a 0,05% e per il tasso di cambio sarebbe una differenza considerevole.

Banca centrale europea (BCE)

Sintesi

La Banca centrale europea (BCE) gestisce l’euro e definisce e attua la politica economica e monetaria dell’UE. Il suo compito principale è mantenere la stabilità dei prezzi, favorendo in tal modo la crescita e l’occupazione.

Cosa fa la BCE?

  • Fissa i tassi di interesse ai quali concede prestiti alle banche commerciali dell’eurozona (nota anche come area dell’euro), controllando pertanto l’offerta di moneta e l’inflazione
  • gestisce le riserve di valuta estera dell’eurozona e l’acquisto o la vendita di valute per mantenere in equilibrio i tassi di cambio
  • si accerta che le istituzioni e i mercati finanziari siano adeguatamente controllati dalle autorità nazionali, e che i sistemi di pagamento funzionino correttamente
  • garantisce la sicurezza e la solidità del sistema bancario europeo
  • autorizza l’emissione di euro in banconote da parte dei paesi dell’eurozona
  • monitora le tendenze dei prezzi e valuta i rischi che ne derivano per la stabilità dei prezzi.

Composizione

Il presidente della BCE rappresenta la banca nelle riunioni ad alto livello dell’UE e internazionali. Gli organi decisionali della BCE sono tre:

  • il Consiglio direttivo, il principale organo decisionale.
    Comprende il Comitato esecutivo (si veda qui di seguito) e i governatori delle banche centrali nazionali dei paesi dell’eurozona
  • il Comitato esecutivo, gestisce gli affari correnti della BCE.
    Comprende il presidente e il vicepresidente della BCE e altri quattro membri nominati per un periodo di otto anni dai leader dei paesi dell’eurozona
  • il Consiglio generale, svolge perlopiù funzioni consultive e di coordinamento.
    Comprende il presidente e il vicepresidente della BCE e i governatori delle banche centrali nazionali di tutti i paesi dell’UE.

Come funziona la BCE?

La BCE collabora con le banche centrali nazionali di tutti i paesi dell’UE. Insieme costituiscono il sistema europeo delle banche centrali.

Dirige la cooperazione tra le banche centrali dell’eurozona e costituisce quello che viene chiamato l’Eurosistema.

Attività degli organi decisionali:

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

  • il Consiglio direttivo valuta gli sviluppi economici e monetari, stabilisce la politica monetaria dell’eurozona e fissa i tassi di interesse applicabili ai prestiti erogati dalla BCE alle banche commerciali
  • il Comitato esecutivo, attua la politica monetaria, gestisce gli affari correnti, prepara le riunioni del Consiglio direttivo ed esercita i poteri che gli vengono delegati dal Consiglio direttivo
  • il Consiglio generale concorre all’adempimento delle funzioni consultive e di coordinamento e ai preparativi necessari per l’allargamento futuro dell’area dell’euro.

La BCE e i cittadini

È possibile contattare la BCE via e-mail per ottenere informazioni tecniche e promozionali

Produzione e scorte di banconote

La produzione delle banconote in euro, frutto della collaborazione tra banche centrali nazionali (BCN) e BCE, ha inizio con il calcolo del quantitativo di biglietti necessari ogni anno. Occorre produrre nuove banconote in quantità sufficiente a sostituire quelle non più idonee alla circolazione nonché a soddisfare incrementi della domanda, attesi (compresi i picchi stagionali) e inattesi. Le previsioni circa la domanda di banconote in euro per l’anno seguente sono fornite dalle BCN, mentre la BCE formula una stima centrale. Le BCN ridistribuiscono i biglietti, sotto la supervisione della BCE, per evitare che vengano a mancare o si accumulino in un paese.

Produzione

Per motivi di efficienza, la stampa delle banconote è ripartita fra le diverse BCN. La BCE assegna i volumi di produzione a una rosa di BCN, le quali forniscono pertanto una quota precisa della produzione annua totale per uno o più tagli. Ognuna si fa carico dei costi di fabbricazione relativi alla quota di banconote ad essa assegnata. Ad esempio, nel 2020 le banche centrali di Francia, Germania e Italia hanno prodotto 1,7 miliardi di biglietti da €50.

In Europa sono 11 le officine carte valori che, protette da sofisticati sistemi di sicurezza, fabbricano le banconote. Queste sono poi distribuite alle varie BCN.

L’organizzazione della produzione e il sistema comune di gestione della qualità assicurano standard uniformi per tutti i biglietti in euro. Centinaia di test, manuali e automatizzati, sono eseguiti attraverso tutte le fasi del processo produttivo per far sì che le banconote dello stesso taglio siano identiche indipendentemente da dove siano state stampate.

Le banconote in euro della serie Europa, proprio come quelle della prima serie, sono stampate su carta in fibre di puro cotone, che conferisce loro una particolare consistenza e resistenza all’usura. Alcune caratteristiche di sicurezza, come la filigrana e il filo di sicurezza, sono incorporate nella carta stessa.

Nel processo di fabbricazione si impiegano diversi tipi di lastre, inchiostri speciali e tecniche: stampa offset e calcografica, impressione a caldo dell’ologramma e stampa serigrafica per il numero di colore cangiante.

Scorta strategica dell’Eurosistema

L’Eurosistema detiene scorte logistiche e una Scorta strategica. Le scorte logistiche servono a soddisfare la domanda di biglietti in condizioni di normalità, allo scopo di:

  • sostituire le banconote non più idonee alla circolazione (di cattiva qualità) che vengono ritirate
  • fronteggiare aumenti previsti della circolazione
  • rispondere alle fluttuazioni stagionali della domanda
  • ottimizzare il trasporto dei biglietti fra le filiali delle banche centrali

La Scorta strategica è concepita per circostanze eccezionali, qualora le scorte logistiche dell’Eurosistema fossero insufficienti per fronteggiare un aumento inatteso della domanda di biglietti in euro o in caso di improvvisa interruzione della loro fornitura.

Insieme, le scorte logistiche e la Scorta strategica consentono alle banche centrali nazionali di far fronte, in qualsiasi momento, a eventuali variazioni della domanda di banconote indipendentemente dal paese interessato, che appartenga o meno all’area dell’euro.

Maneggi spesso contante per motivi professionali? Ti offriamo un’ampia scelta di materiale informativo sulle banconote in euro!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: