Come utilizzare l’oscillatore MACD con OptionTime

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Macd e Trading

Il Macd è uno dei più conosciuti strumenti di analisi tecnica ed è da molti considerato un vero e proprio trading system.

La costruzione di questo indicatore è invero piuttosto semplice dal momento che è basato su due medie mobili che sono certamente lo strumento grafico più utilizzato dagli analisti tecnici per la loro semplicità non solo costruttiva ma anche e soprattutto interpretativa.

In altri articoli abbiamo visto come l’incrocio di due medie mobili, siano esse semplici o esponenziali, possa essere utilizzato per generare segnali di trading ovviamente tenendo sempre in debito conto i limiti di tale sistema.

Abbiamo anche messo in evidenza come le medie mobili reagiscano in modo differente in funzione del dominio temporale al quale si riferiscono: più la media è breve più sarà reattiva, cioè si manterrà più vicino ai prezzi rispetto ad una media di maggiore dominio temporale.
Il concetto che ne deriva è piuttosto semplice: una media breve sarà utile a segnalarci la presenza di un trend di breve periodo mentre una media più lunga ci segnalerà l’esistenza o meno del trend di fondo.
Il passo successivo, ovvero l’utilizzo contemporaneo delle due medie, potrà dirci se il trend di breve (media breve) trova conferma nel trend di fondo (media lunga).

L’incrocio delle due medie mobili di differente dominio temporale ci indica il cambiamento del trend. Infatti la media breve, che è più reattiva di quella lunga, reagirà per prima al cambiamento di trend e andrà ad incrociare verso l’alto o verso il basso la media di più lungo periodo.

Un incrocio rialzista, che si ha nel momento in cui la media più breve incrocia dal basso verso l’alto la media più lunga, induce a ritenere la nascita di un trend rialzista. Avremo poi una ulteriore conferma della bontà del trend in atto nel momento in cui anche la media di più ampio dominio temporale si sarà orientata verso l’alto.

Nella scelta delle due medie occorre tenere presente che maggiore è il dominio temporale utilizzato minore sarà il numero di segnali generati, viceversa minore è il dominio e maggiore sarà la quantità di indicazioni di trading fornite dal sistema: Lo scotto sarà dato dalla maggiore presenza di falsi segnali.

La semplicità di utilizzo delle medie mobili ha facilitato la creazione e la divulgazione di tutta una serie di indicatori basati sulla loro impleentazione. Fra i più conosciuti indicatori trend–following rientra certamente il Macd, acronimo di Moving average convergence-divergence.
Questo indicatore è stato introdotto da Gerald Appel con l’obiettivo di rappresentare l’interazione di due medie mobili esponenziali di dominio temporale prestabilito: 12 e 26 periodi.
Il punto di forza di questo indicatore è senz’altro rappresentato dalla sua elevata diffusione; è intuitivo che più operatori lo utilizzano e maggiore sarà la sua attendibilità. Il lato debole è invece rappresentato dal fatto che parametri prefissati sono idonei a identificare solo quel ciclo di mercato che si fonda solo su quegli stessi parametri.

Ben inteso, i parametri possono essere modificati a piacere, ma in questo caso sacrificheremmo il primo punto di forza (quello della attendibilità dovuta al largo utilizzo tra i trader dell’indicatore con i parametri di default).
Il MACD si fonda sul principio di funzionamento che abbiamo già evidenziato: la media veloce registrerà prima di quella più lenta il cambiamento nelle direzioni del prezzo e l’incrocio su quella di più lungo periodo dovrebbe identificare la partenza di un trend.
Tale segnale sarà tanto più attendibile quanto più velocemente la media più lenta si orienterà allo stesso modo di quella più veloce.
Dal momento che il MACD si fonda sulla differenza tra una media a 12 periodi e una media a 26, avremo che l’incrocio si sarà verificato nel momento in cui il valore dell’indicatore sarà pari a zero. Sopra la linea dello zero il trend potrà essere qualificato come rialzista e viceversa.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

La linea dello zero ha quindi grande rilevanza perché consente al trader di rilevare immediatamente il momento dell’incrocio delle due medie.

Nell’indicatore è pure presente un’altra linea, detta signal line, ottenuta dalla media a nove periodi del Macd che nel grafico che segue vediamo evidenziata in colore rosso.

La signal line ha una funzione anticipatrice del segnale di attraversamento della linea dello zero e in molti casi consente in modo vincente di anticipare l’entrata sul mercato rispetto all’inizio del trend. Il segnale in questo caso si ha nel momento in cui il MACD (linea blu) incrocia la signal line (linea rossa). Nello stesso istante l’istogramma presente nell’indicatore attraversa la linea dello zero facilitando l’individuazione dell’incrocio tra il MACD e la sua signal line.

Nel grafico che precede, pertanto, vediamo a confronto l’entrata classica data dall’attraversamento della linea dello zero da parte del MACD (segnalata dalle frecce di colore blu e rosso) con l’entrata basata sull’incrocio della signal line con la linea del Macd (indicata con le linee tratteggiate). Ovviamente, come spesso accade quando si cerca di “anticipare” il mercato, anche qui non mancano i falsi segnali, com’è evidenziato nella zona cerchiata in verde. Ma risulta di tutta evidenza che spesso l’entrata anticipata si rivela vincente.
Un altro utilizzo molto comune ed efficace di questo indicatore è nel rilevare le divergenze con i prezzi. Abbiamo già parlato più volte delle divergenze: si tratta di un andamento difforme dell’indicatore rispetto ai prezzi e si ha nel momento in cui il mercato fa registrare nuovi massimi mentre ciò non accade sull’indicatore e viceversa per quanto concerne i minimi.

Nel grafico che segue, sul titolo ENI, vediamo alcune divergenze che hanno anticipato l’inversione del trend.

Con la freccia blu è indicata una prima divergenza di lungo periodo che segna l’inversione del trend da ribassista a rialzista. Una successiva divergenza ribassista, indicata con la freccia rossa, ci preavvisa dell’inizio di una correzione ribassista di una certa importanza (il titolo passa da 18 a 15,60 euro nell’arco di un solo mese.

MACD : Come si usa e a cosa serve questo indicatore

Pubblicato: 22 Dicembre 2020 – Modificato: 22 Gennaio 2020 – di Redazione

Sviluppato da Gerald Appel alla fine degli anni settanta, l’oscillatore Moving Average Convergence / Divergence (MACD) è uno degli indicatori di momentum più semplici ed efficaci disponibili. Il MACD trasforma due indicatori che seguono la tendenza, medie mobili , in un oscillatore sottraendo la media mobile più lunga da quella più corta.

Di conseguenza, il MACD offre il meglio di entrambi i mondi: tendenza e slancio. Il MACD oscilla sopra e sotto la linea dello zero mentre le medie mobili convergono, si incrociano e divergono.

Gli operatori possono cercare crossover di linee di segnale, crossover di linee centrali e divergenze per generare segnali. Poiché il MACD non ha limiti, non è particolarmente utile per identificare i livelli di ipercomprato e ipervenduto.

Macd formula

  • Il Moving Average Convergence/Divergence viene calcolato sottraendo l’EMA a 26 periodi dall’EMA a 12 periodi.
  • MACD innesca segnali tecnici quando attraversa sopra (per acquistare) o sotto (per vendere) la sua linea di segnale.
  • La velocità dei crossover è anche considerata come un segnale di un mercato ipercomprato o ipervenduto.
  • Moving Average Convergence/Divergence aiuta gli investitori a capire se il movimento rialzista o ribassista del prezzo si sta rafforzando o indebolendo.

La linea MACD è la media mobile esponenziale a 12 giorni (EMA) meno l’EMA a 26 giorni. I prezzi di chiusura vengono utilizzati per queste medie mobili.

Un EMA di 9 giorni della linea MACD viene tracciato con l’indicatore per fungere da linea di segnale e identificare le svolte. L’istogramma MACD rappresenta la differenza tra MACD e il suo EMA a 9 giorni, la linea del segnale. L’istogramma è positivo quando la linea MACD è al di sopra della sua linea di segnale e negativo quando la linea MACD è al di sotto della sua linea di segnale.

Rappresentazione grafica del MACD:

  • Linea MACD: (EMA 12 giorni – EMA 26 giorni)
  • Linea di segnale: EMA a 9 giorni della MACD Line
  • Istogramma MACD: Linea MACD – Linea di segnale

I valori di 12, 26 e 9 sono le impostazioni tipiche utilizzate con il Moving Average Convergence/Divergence, sebbene altri valori possano essere sostituiti in base allo stile e agli obiettivi di trading.

Macd eToro

La piattaforma WebTrader di eToro si caratterizza per essere pratica e versatile. Anche coloro che non hanno mai utilizzato una piattaforma di trading in precedenza, troveranno comodo operare su di essa. Già dopo pochi minuti, si avrà modo di prendere una buona dimestichezza con la WebTrader.

Inoltre, è possibile mettere in pratica le basi dell’analisi tecnica grazie a grafici ed indicatori avanzati. Infatti, su eToro si trovano tutti gli strumenti migliori per effettuare analisi professionali su tutti i mercati, MACD incluso.

Questa piattaforma di trading consente di investire su di una moltitudine di mercati finanziari tra cui:

È possibile investire senza commissioni e con spread bassi e fissi. Il tutto è gestibile da una piattaforma di trading intuitiva, disponibile sia per il computer che per gli smartphone.

eToro permette anche di utilizzare il famoso “Copy Trading”, una funzionalità che consente di copiare in modalità totalmente automatica le operazioni dei trader più profittevoli.

Gli investitori di eToro, con un semplice click, possono copiare in modalità automatica tutte le operazioni effettuate dai trader selezionati, guadagnando passivamente e nel frattempo imparando le migliori strategie comprese quelle basate sul MACD.

Inizialmente è consigliabile attivare un conto demo gratuito ed illimitato, così da fare pratica con la piattaforma e gli indicatori senza correre alcun rischio.

Macd trading

Come suggerisce il nome, il Moving Average Convergence/Divergence è incentrato sulla convergenza e la divergenza delle due medie mobili. La convergenza si verifica quando le medie mobili si spostano l’una verso l’altra. La divergenza si verifica quando le medie mobili si allontanano l’una dall’altra.

La media mobile più breve (12 giorni) è più veloce e responsabile della maggior parte dei movimenti del MACD. La media mobile più lunga (26 giorni) è più lenta e meno reattiva alle variazioni di prezzo del titolo sottostante.

La linea MACD oscilla sopra e sotto la linea zero, nota anche come linea centrale. Questi crossover segnalano che l’EMA a 12 giorni ha attraversato l’EMA a 26 giorni. La direzione, ovviamente, dipende dalla direzione della media mobile.

Un MACD positivo indica che l’EMA a 12 giorni è superiore all’EMA a 26 giorni. I valori positivi aumentano quando l’EMA più breve si discosta ulteriormente dall’EMA più lungo. Ciò significa che lo slancio al rialzo è in aumento.

I valori MACD negativi indicano che l’EMA a 12 giorni è inferiore all’EMA a 26 giorni. I valori negativi aumentano quando l’EMA più breve diverge ulteriormente al di sotto dell’EMA più lungo. Ciò significa che il momento negativo sta aumentando.

Macd segnali operativi

I crossover delle linee di segnale sono i segnali del Moving Average Convergence/Divergence più comuni. La linea di segnale è un EMA a 9 giorni della linea MACD. Come media mobile dell’indicatore, trascina il Moving Average Convergence/Divergence e semplifica l’individuazione delle sue svolte.

Crossover della linea di segnale

Un crossover rialzista si verifica quando il Moving Average Convergence/Divergence si alza e attraversa sopra la linea del segnale.

Un crossover ribassista si verifica quando il MACD si abbassa e attraversa sotto la linea del segnale. I crossover possono durare alcuni giorni o alcune settimane, a seconda della forza del movimento.

Prima di fare affidamento su questi segnali comuni è necessaria la dovuta pratica. I crossover delle linee di segnale agli estremi positivi o negativi devono essere osservati con cautela.

Anche se il Moving Average Convergence/Divergence non ha limiti superiori e inferiori, i trader possono stimare gli estremi storici con una semplice valutazione visiva. Ci vuole un forte movimento di base per spingere il momento all’estremo. Anche se la mossa può continuare, è probabile che lo slancio rallenti e questo di solito produrrà un crossover della linea del segnale alle estremità. La volatilità del titolo sottostante può anche aumentare il numero di crossover.

Crossover della linea centrale

I crossover sulla linea centrale sono i successivi segnali Moving Average Convergence/Divergence più comuni.

Un crossover di linea centrale rialzista si verifica quando la linea MACD si sposta sopra la linea zero per diventare positiva. Ciò accade quando l’EMA a 12 giorni del titolo sottostante supera l’EMA a 26 giorni.

Un crossover ribassista sulla linea centrale si verifica quando il MACD si sposta al di sotto della linea zero per diventare negativo. Ciò accade quando l’EMA a 12 giorni si sposta al di sotto dell’EMA a 26 giorni.

I crossover sulla linea centrale possono durare alcuni giorni o alcuni mesi, a seconda della forza del trend. Il MACD rimarrà positivo fino a quando vi sarà una tendenza rialzista sostenuta. Il MACD rimarrà negativo in presenza di una tendenza al ribasso sostenuta.

Esempio di crossover MACD

Quando il MACD scende al di sotto della linea del segnale, è un segnale ribassista che indica che potrebbe essere il momento di vendere. Al contrario, quando il MACD sale sopra la linea del segnale, l’indicatore fornisce un segnale rialzista, il che suggerisce che è probabile che il prezzo dell’attività vada in positivo.

Alcuni trader attendono un cross confermato sopra la linea del segnale prima di entrare in una posizione per ridurre i “falsi segnali” e di entrare in una posizione troppo presto.

I crossover sono più affidabili quando si conformano alla tendenza prevalente.

Se il MACD attraversa la linea del segnale in seguito a una breve correzione all’interno di un trend rialzista a più lungo termine, si qualifica come conferma rialzista.

Se il MACD attraversa al di sotto della sua linea di segnale a seguito di un breve spostamento verso l’alto all’interno di una tendenza al ribasso a più lungo termine, si tratta di una conferma ribassista.

Le divergenze

Le divergenze si formano quando il Moving Average Convergence/Divergence si discosta dall’azione di prezzo del titolo sottostante.

Una divergenza rialzista si forma quando un titolo registra un minimo più basso e il MACD forma un minimo più alto. Il minimo più basso afferma l’attuale tendenza al ribasso, ma il minimo più alto nel MACD mostra un momento di ribasso inferiore.

Nonostante il calo, lo slancio al ribasso sta ancora superando lo slancio al rialzo fintanto che il MACD rimane in territorio negativo. Il rallentamento del momentum al ribasso a volte può prefigurare un’inversione di tendenza o un considerevole rally.

Esempio di divergenza

Quando il Moving Average Convergence/Divergence forma massimi o minimi che differiscono dai massimi e minimi corrispondenti sul prezzo, si parla di divergenza.

Una divergenza rialzista appare quando il MACD forma due minimi in aumento che corrispondono a due minimi in calo sul prezzo. Questo è un segnale rialzista valido quando la tendenza a lungo termine è ancora positiva.

Alcuni trader cercheranno divergenze rialziste anche quando la tendenza a lungo termine è negativa perché possono segnalare un cambiamento nella tendenza, sebbene questa tecnica sia meno affidabile.

Quando il MACD forma una serie di due massimi decrescenti che corrispondono a due massimi crescenti del prezzo, si è formata una divergenza ribassista. Una divergenza ribassista che appare durante una tendenza ribassista a lungo termine è considerata la conferma che la tendenza dovrebbe continuare.

Alcuni trader presteranno attenzione alle divergenze ribassiste durante le tendenze rialziste a lungo termine perché possono segnalare debolezza nella tendenza. Tuttavia, non è affidabile come una divergenza ribassista durante una tendenza ribassista.

Strategia macd rsi

L’indicatore di forza relativa (RSI) mira a segnalare se un mercato è considerato ipercomprato o ipervenduto rispetto ai recenti livelli di prezzo. L’RSI è un oscillatore che calcola guadagni e perdite di prezzo medi in un determinato periodo di tempo; il periodo di tempo predefinito è di 14 periodi con valori limitati da 0 a 100.

Il MACD misura la relazione tra due EMA, mentre l’RSI misura la variazione dei prezzi in relazione ai recenti massimi e minimi. Questi due indicatori sono spesso usati insieme per fornire agli analisti un quadro tecnico più completo di un mercato.

Questi indicatori misurano entrambi lo slancio in un mercato, ma, poiché misurano diversi fattori, a volte danno indicazioni contrarie.

Ad esempio, l’RSI potrebbe mostrare una lettura superiore a 70 per un periodo di tempo prolungato, indicando che un mercato è ipercomprato, mentre il MACD indica che il mercato sta ancora crescendo e resta in un trend rialzista.

Entrambi gli indicatori possono segnalare un’imminente variazione di tendenza mostrando divergenze rispetto al prezzo (il prezzo continua più in alto mentre l’indicatore si abbassa o viceversa).

Limitazioni del MACD

Uno dei principali problemi con la divergenza è che spesso può segnalare una possibile inversione, ma in realtà non si verifica alcuna inversione effettiva: produce un falso positivo. L’altro problema è che la divergenza non prevede tutte le inversioni. In altre parole, prevede troppe inversioni che non si verificano e non abbastanza inversioni di prezzo reali.

La divergenza “falsa positiva” si verifica spesso quando il prezzo di un’attività si sposta lateralmente, ad esempio in un intervallo o in un modello triangolare seguendo una tendenza. Un rallentamento del momento ( movimento laterale o lento movimento di tendenza) del prezzo farà sì che il MACD si allontani dai suoi estremi precedenti e graviti verso le linee zero anche in assenza di una vera inversione.

Conclusioni

L’indicatore Moving Average Convergence/Divergence è speciale perché riunisce slancio e tendenza in un solo indicatore.

Questo mix di tendenza e slancio può essere applicato a grafici giornalieri, settimanali o mensili. L’impostazione standard per MACD è la differenza tra gli EMA a 12 e 26 periodi.

I trader che cercano una maggiore sensibilità possono provare una media mobile a breve termine e una media mobile a più lungo termine. MACD (5,35,5) è più sensibile del MACD (12,26,9) e potrebbe essere più adatto per i grafici settimanali.

Gli investitori che cercano una minore sensibilità possono prendere in considerazione l’allungamento delle medie mobili. Un MACD meno sensibile continuerà a oscillare sopra / sotto lo zero, ma i crossover della linea centrale e i crossover della linea del segnale saranno meno frequenti.

Il MACD non è particolarmente utile per identificare i livelli di ipercomprato e ipervenduto anche se è possibile identificare livelli storici. Durante movimenti bruschi, il MACD può continuare a estendersi oltre i suoi estremi ed è usuale abbinarlo al RSI per una migliore visione del mercato.

Infine, ricorda che la linea MACD viene calcolata utilizzando la differenza effettiva tra due medie mobili. Ciò significa che i valori MACD dipendono dal prezzo del titolo sottostante. I valori MACD per $ 20 azioni possono variare da -1,5 a 1,5, mentre i valori MACD per $ 100 possono variare da -10 a +10.

Non è possibile confrontare i valori MACD per un gruppo di titoli con prezzi variabili. Se si desidera confrontare le letture del momentum, bisogna utilizzare altri indicatori specifici.

Ti potrebbero interessare anche le seguenti guide tecniche:

Indicatore MACD

Sono il CEO di Justvipera.it, portale di divulgazione di contenuti editoriali per il web. Laureato in economia ma grande viaggiatore, ho approfondito la finanza personale girando per il mondo e parlando con esperti di posti diversi.

L’indicatore MACD è uno degli strumenti più utili a disposizione dei trader per comprendere quando un trend è vicino al suo esaurimento. Si tratta di uno strumento semplice da usare, ma anche piuttosto efficace.

Spesso i trader che iniziano ad imparare l’analisi tecnica lo fanno proprio da oscillatori come questo, che essendo semplici da leggere permettono di aggiungere velocemente un nuovo strumento al repertorio.

In questa guida vogliamo spiegarti esattamente quando e come utilizzarlo, considerando tutti i punti di forza dell’indicatore MACD.

Non mancheremo, però, di farti notare anche i suoi limiti: un argomento molto importante per evitare di fare errori che potresti pagare sui grafici, senza capirne il motivo.

Per spremere fino in fondo l’utilità della pagina che stai per leggere, ti consigliamo di aprire un conto demo su eToro (puoi farlo cliccando qui).

Il conto demo ti permetterà di poter mettere in pratica tutto quel che leggerai senza correre rischi, grazie al denaro virtuale che il broker metterà a tua disposizione gratis per esercitarti.

Cos’è e come viene calcolato l’oscillatore MACD

Tecnicamente il MACD è un oscillatore, non un indicatore. La differenza è che gli oscillatori non compaiono sul grafico principale, ma in un piccolo grafico a parte.

Tolti i tecnicismi, si tratta di uno strumento che ti permette di anticipare la fine di un trend. Lo fa, come tutti gli altri strumenti di analisi tecnica, utilizzando la matematica e la statistica per aiutarti a comprendere i mercati.

In particolare, i suoi segnali sono molto efficaci quando fai trading sul Forex. Il mercato delle valute si presta bene alle elaborazioni matematiche.

Prima di capire come si legge uno strumento di analisi tecnica, dovresti sempre analizzare la matematica che gli sta dietro. Per quanto i trader non debbano fare conti, gli strumenti del mestiere vanno conosciuti fino in fondo.

Gli speculatori che capiscono davvero la realtà numerica dietro agli indicatori sono quelli che riescono poi a combinarli meglio tra loro, acquisendo maggiori probabilità di successo.

Nella nostra spiegazione ci saranno utili i grafici di Plus500, un broker molto conosciuto su cui puoi registrare gratis un conto demo in meno di due minuti.

Il motivo è che il MACD di Plus500 risulta particolarmente chiaro da leggere, grazie alla solida piattaforma costruita per i clienti del broker.

Cominciamo dicendo che il MACD è formato da tre elementi: due linee e un’area colorata. Proprio questi tre elementi sono quelli che, adesso, dobbiamo andare a capire meglio.

La media “lunga”

Il primo elemento che compone il nostro MACD è una media mobile a 26 periodi, detta “media lunga”.

Significa che questa linea esprime il valore medio degli ultimi 26 periodi del grafico: se il tuo grafico è impostato a 1 minuti, segnerà il valore medio degli ultimi 26 minuti; se il grafico è impostato a 1 ora, leggerà il valore medio delle ultime 26 ore e così via.

Ma attenzione, perché questa non è una media semplice: si tratta di una EMA, cioè di una Exponential Moving Average.

Le EMA, a differenza delle medie semplici, danno più peso ai periodi più recenti nel calcolo della media complessiva.

La media “corta”

La seconda linea è una media mobile a 12 periodi. Anche in questo caso si tratta di una media esponenziale, in cui i periodi più vicini vengono calcolati con un peso maggiore rispetto agli altri.

I termini “lunga” e “corta” derivano proprio dal numero di periodi presi in considerazione. Alle volte si dicono anche linea “lenta” e “veloce”:

  • Lentaperché calcolando 26 periodi il suo valore cambia più lentamente;
  • Veloceperché facendo la media su 12 periodi il valore è più sensibile e cambia rapidamente.

L’area colorata

L’area colorata alle volte è rappresentata come una semplice curva, altre volte come un istogramma (cioè un grafico fatto di tante colonne vicine).

Questo è l’elemento più importante del MACD, quello che genera i segnali più importanti con cui riuscire poi a interpretare i grafici.

L’area è calcolata come differenza tra il valore della media a 26 periodi e il valore della media a 12 periodi:

  • Se la media a 26 periodi ha un valore più alto di quella a 12, sul MACD vedrai un valore positivo
  • Se le media con il valore più alto è quella a 12 periodi, allora l’area colorerà un valore sotto lo zero

Puoi constatare tu stesso, utilizzando il conto demo di FP Markets (puoi aprirlo gratis qui), come questa area cambia il suo valore proprio quando anche il grafico cambia la sua direzione.

Ecco perché, come scopriremo tra poco, è proprio l’area colorata a fare la differenza quando usiamo il MACD per fare trading online.

Come utilizzare l’oscillatore MACD

Ora veniamo alla pratica, parlando dei segnali che puoi ottenere utilizzando questo oscillatore nel trading online.

Una delle cose più interessanti di questo oscillatore è che genera segnali in diversi modi:

  • Alcuni segnali danno una conferma di trend;
  • Altri sono da interpretare come segnale di inversione.

Se non lo hai già fatto, questo è il momento giusto per aprire un account su Iq Option (ottieni l’accesso istantaneo qui) e metterti davanti ai grafici. Imparare con la pratica, specie senza rischi grazie ad un conto demo, è il modo più efficace di procedere.

Segnali di conferma del trend

Il primo tipo di segnale si riferisce alla conferma di un trend già in corso. Questo si ha soprattutto quando vediamo l’area colorata del nostro oscillatore passare da un valore positivo a un valore negativo.

Se l’area colorata taglia il livello zero a rialzo, quindi passa da un valore negativo a un valore positivo, viene generato un segnale di acquisto.

Questa situazione si verifica quando c’è in corso un trend rialzista, con l’indicatore che ci dà conferma del fatto che il trend sia destinato a continuare ancora.

Alle volte, invece, il MACD genera in questo modo un segnale di vendita. Si verifica quando l’area colorata taglia a ribasso il livello zero, passando da un valore positivo a un valore negativo.

Segnali di inversione del trend con MACD

Il MACD viene utilizzato soprattutto per questo: capire quando una serie di rialzi, oppure una serie di ribassi, sta per interrompersi.

Questo lo si fa guardando la posizione delle due linee rispetto all’area colorata.

Quando le linee tagliano a ribasso l’area colorata, quindi da una posizione più alta le “entrano dentro”, si genera un segnale di vendita. Significa che il trend rialzista si sta interrompendo.

Anche in questo caso, vale anche l’esatto contrario. Se le due linee tagliano a rialzo l’area colorata del MACD, significa che stiamo per avere un’inversione del trend ribassista che presto diventerà rialzista.

Questo è il modo in cui gli analisti finanziari usano il MACD quando vogliono interpretarne i segnali. Puoi farlo tu stesso aprendo un conto demo su eToro, in modo da mettere in pratica quello che abbiamo appena analizzato insieme.

I limiti del MACD

Questo oscillatore è senza dubbio molto efficace, ma ha dei limiti di cui devi essere cosciente prima di poterlo usare con il massimo dei risultati.

In particolare, c’è il limite dei falsi positivi: a volte l’oscillatore ti indica che il trend sta per cambiare rotta, ma poi questo non accade. Se hai già provato ad usarlo in qualche operazione, magari te ne sarai accorto.

Come sempre, quando parliamo di analisi tecnica, dobbiamo ricordarci che non esistono strumenti miracolosi in grado di darci la chiave di ogni grafico in ogni momento.

Bisogna sempre ricordarlo: un solo indicatore o un solo oscillatore non possono risolvere ogni problema.

La cosa migliore da fare è combinare questo oscillatore con altri, che possono integrare al meglio i suoi segnali. In particolare, è molto efficace combinarlo con l’indicatore di Ichomoku.

Grazie alle combinazioni tra diversi indicatori e oscillatori, nel tempo riuscirai ad elaborare delle tue strategie sempre più complete ed efficaci.

Man mano che diventi più bravo, puoi anche iniziare a personalizzare il tuo oscillatore MACD per renderlo più vicino alla tua strategia di trading.

Infatti le medie a 26 periodi e a 12 periodi non sono un obbligo: è così che la tradizione ci ha consegnato questo indicatore, ma puoi scegliere liberamente di impostare i parametri che preferisci.

Migliori broker per usare il MACD

La nostra redazione, da otto anni a questa parte, si impegna ogni giorno per aiutare i trader italiani ad avere più successo sui mercati finanziari.

Una parte importante del tuo successo deriva dalla piattaforma che scegli per operare: come la bacchetta per un mago, si tratta di uno strumento assolutamente essenziale per la tua attività da investitore.

Abbiamo recensito centinaia di piattaforme di trading, creando un elenco delle più complete. Parliamo di servizi facili da usare, con basse commissioni, che ti permettono di applicare tutti gli strumenti più interessanti di analisi tecnica sui tuoi grafici.

Ad oggi, l’elenco dei servizi che ti consigliamo di usare è quello che trovi qui sotto.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: