differenze tra opzioni binarie e altri mercati finanziari

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Differenze tra opzioni binarie e altri mercati finanziari

Alla scoperta delle opzioni, del loro funzionamento, delle differenze con altri universi economici.

Si parla sempre di più di opzioni binarie. Fino a pochi anni fa, questo universo finanziario era ignoto ai più. Soltanto gli esperti ne erano realmente a conoscenza. Spopola, invece, da qualche tempo una vasta fila di trader che acquisiscono col passare delle esperienze le skills necessarie per competere sul mercato e padroneggiare l’utilizzo delle più disparate piattaforme (anche esse in aumento). Trader amatoriali che iniziano ad “impratichirsi”. Il tutto è possibile in virtù della presenza di numerosi siti che si configurano come piattaforme per lo scambio di opzioni in borsa tra investitori di ogni ‘taglia’. Le piattaforme offrono uno spazio ricco di tools, grafici, guide, articoli e analisi di mercato che ‘fanno al caso’ dei trader. In ogni piattaforma i singoli utenti possono gestire le proprie operazioni.

Occorre, però, tenere in considerazione quali sono le differenze tra opzioni binarie e altri mercati finanziari. Il funzionamento dell’universo in questione è più semplice, più immediato in termini di guadagno. Ciò consente ai trader inesperti di fare le proprie operazioni senza rischiare di perdere denaro in quantità. Con le opzioni binarie si scomette sull’andamento del prezzo di un bene. Si guadagna nel momento in cui si indovina questo andamento.

I trader, ad esempio, scambiano opzioni su una materia prima. Scommettono se il prezzo di questa materia scenderà o salirà entro un determinato periodo. Rispondendo correttamente a questa domanda si avrà guadagno.

Per effettuare tale previsione, ci si serve di alcuni tools. Solitamente gli strumenti, analisi o grafici, sono messi a disposizione dai broker. Vi sono poi opzioni più complesse, in cui per esempio è possibile indovinare il range di un prezzo all’interno del quale il bene prescelto ricadrà. Si tratta di opzioni meno famose rispetto quelle denominate come “standard” o “call e put”.

Le differenze tra le opzioni binarie e gli altri mercati finanziari

Guadagnare tanto in poco tempo. In fondo il sogno di molti italiani si riduce a questo, nella speranza di condurre una vita più semplice

Per questo il numero di cittadini che investe con le opzioni binarie è in costante crescita, con la consapevolezza che un bravo broker ha maggiori possibilità di portare a un bilancio attivo.
Intanto la differenza sostanziale tra le opzioni binarie e gli altri mercati è la scadenza. Le prime hanno una loro risposta dal mercato nell’arco di breve tempo, a volte uno o due minuti. Le altre opzioni di mercato invece sono un’incognita riguardo il payout, con la possibilità del crollo sempre dietro l’angolo. Negli investimenti una componente essenziale è sapere quando ritirare il proprio denaro, realizzando un guadagno o una piccola perdita. Il valore dell’investimento è determinato dalla fluttuazione del mercato, che stabilisce se un acquisto è stato vantaggioso o meno. Con le opzioni binarie invece ci sono due possibilità, “Call” e “Put, previsione di un aumento o di un ribasso del prezzo di mercato. Una previsione azzeccata porta un “in the money”, un errore un “out of the money”. E così via numerose volte, perché con le opzioni binarie si prevedono fluttuazioni di mercato con scadenze di un minuto o due, in alcuni casi poco più.
Di sicuro il consiglio migliore per chi investe nelle opzioni binarie è investire in un mercato in cui si sente ferrato. Meglio ancora se è davvero ferrato nel mercato in questione, con una certa esperienza alle spalle. Come ogni azzardo (perché di questo si tratta, per quanto dipendente dalla capacità di previsione di un investitore), il successo risiede nel prendere la decisione giusta al momento giusto. E per saperlo fare serve averne viste tante, aver capito come affrontare ogni situazione e trarne vantaggio. Ma soprattutto, serve avere il broker giusto. Perché è vero che la percentuale di guadagno può essere molto alta, da rendimento fino al 70%. Con tanti indici a disposizione, per di più.
Con il broker sbagliato la percentuale di rischio aumenta, e l’ago della bilancia pende con decisione verso la perdita. In molti si affidano a corsi e tutorial su internet, ma riconoscere i broker più affidabili è piuttosto semplice. Sono quelli che sono controllati in termini di sicurezza e rispetto delle regole stabilite, contrassegnati da almeno uno dei quattro marchi internazionali, a seconda del dominio di provenienza. Per l’Italia il marchio della sicurezza è il Consob, che indica la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Essere registrati a quest’albo per un broker è garanzia di qualità. Per l’Europa la possibilità è doppia, con la direttiva Mifid (“Markets in Financial Instruments Directive”) e l’ente Cysec, il “Cyprus Securities and Exchange Commission”.

Per quest’ultimo il livello di notorietà raggiunto con il tempo è esso stesso garanzia di controlli serrati e successo assicurato. Per gli investitori assennati, in ogni caso. Il massimo livello di affidabilità è però garantito dalla Financial Conduct Authority (FCA), il controllo più serrato e quindi ritenuto migliore. Un broker contrassegnato da questo marchio può far dormire sonni tranquilli agli investitori, accompagnati dal meglio che può offrire il settore.

Differenza tra opzioni binarie e opzioni tradizionali

Sebbene le opzioni binarie siano state messe a disposizione degli investitori privati solo da pochi anni, sono già diventate uno strumento finanziario molto popolare. In molti aspetti esse sono ancora simili alle opzioni già note, ma tra le due varianti esistono comunque alcune differenze importanti.

In generale l’utilizzo delle opzioni binarie è decisamente più semplice e quindi esse si prestano ad essere utilizzate anche da chi non avesse ancora alcuna esperienza con il commercio di opzioni. Anche i trader senza esperienza nel settore sapranno comprendere le dinamiche delle opzioni binarie senza difficoltà. Al contrario, le classiche opzioni sono nettamente più complesse e non sono raccomandate ai principianti della finanza.

Le opzioni binarie sono anche note come opzioni digitali. Entrambe le denominazioni alludono al fatto che all’acquisto di simili opzioni si pone una scelta tra non più di due possibilità. Le opzioni binarie più diffuse sono le cosiddette opzioni Call e Put, che impongono all’acquirente di indovinare se il valore del bene di base salirà o calerà. Se la previsione del trader si dimostra esatta allora gli verrà corrisposta la vincita già determinata al momento dell’acquisto. Se invece dovesse dimostrarsi errata, allora il trader recupererà solo una minima parte dell’investimento fatto, o in alcuni casi perderà addirittura tutto il capitale versato.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il commercio di opzioni binarie si svolge tramite dei broker che si sono specializzati proprio su questo segmento di mercato. Ciò implica che il broker interviene in qualità di market maker e definisce la possibile vincita, mentre il trader stabilisce l’ammontare del prezzo di acquisto. Le opzioni tradizionali, al contrario, vengono scambiate su mercati ufficiali, quali l’EUREX o altri teatri finanziari. Questo significa che è possibile vendere tali prodotti in qualunque momento. Nel caso delle opzioni binarie, invece, sono i broker stessi a offrire la possibilità di un riacquisto anticipato, in modo da confermare le vincite o limitare le perdite. Tale possibilità però non è in vigore presso tutti i broker bensì solo presso alcuni, e inoltre non può essere applicata quando il tempo restante allo scadere fosse meno di un certo limite.

Un’altra importante differenza tra le opzioni classiche e quelle binarie riguarda la relazione con i beni di base. Le vecchie opzioni, al loro scadere, consentono all’investitore di acquisire il bene in questione ad un determinato prezzo, invece le opzioni binarie riguardano essenzialmente solo l’andamento di tale bene. Esso non è acquistabile, ma è solo l’evoluzione del suo valore a determinare se l’opzione avrà portato un qualche guadagno o meno.

In virtù del fatto che le opzioni tradizionali vengono scambiate in borsa, anche il loro valore è soggetto a oscillazioni, ma la possibile perdita a cui l’investitore è esposto è limitata al prezzo d’acquisto: nel peggiore dei casi, alla fine della sua durata l’opzione si rivelerà senza alcun valore. Anche in questo punto i due tipi di opzioni si somigliano.

Per quel che riguarda la vincita, invece, esiste una differenza sostanziale. Sia con le vecchie opzioni che con quelle binarie sono possibili grossi guadagni. Con le opzioni binarie, però, il trader conosce l’ammontare della vincita a cui avrebbe diritto nel caso in cui la sua previsione fosse corretta sin dal momento dell’acquisto. Con le opzioni tradizionali, invece, il valore del guadagno corrisposto dipende dai risultati raggiunti dal loro andamento in borsa. Quando si avvicina il momento della scadenza, le oscillazioni di valore dei beni sottesi si riflettono con ancor più forza che sulle opzioni la cui scadenza è ancora lontana nel tempo.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: