Gestione del rischio nelle opzioni binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Gestione del rischio nelle opzioni binarie

La gestione del rischio nelle opzioni binarie è un aspetto da tenere in grandissima considerazione. Inutile sperare di fare profitti con le opzioni binarie senza un approccio scientifico e ragionato a questo tipo di investimenti. E un aspetto che va attentamente valutato e ragionato è proprio quello che riguarda il rischio di investimento e la sua attenta gestione.

Il rischio esiste

Se parliamo di gestione del rischio nelle opzioni binarie, diamo già per scontata una cosa: il rischio nelle opzioni binarie esiste. Si tratta di un sistema di investimento e come tale porta con se una percentuale di rischio che nessuno in nessun modo potrà mai eliminare. Fa parte degli affari, di qualunque investimento.[link:rischio.jpg:Opzioni Binarie Rischio] Tuttavia, seguendo alcune semplici regole, è possibile gestire il rischio per ridurne l’incidenza, aumentando così i guadagni e riducendo l’incertezza.

La regola del 5%

Una delle regole di base nella gestione del rischio nelle opzioni binarie è la regola del 5%. Più che una regola la si dovrebbe chiamare una buona abitudine perché è una regola che aiuta i trader a ridurre il rischio di investimento. In sostanza, la maggior parte dei trader di successo che hanno fatto dell’investimento nel mercato delle opzioni binarie un vero e proprio business, non investono mai più del 5% del proprio portfolio. Se sul vostro conto ci sono 100 €, sarebbe saggio quindi non investire più di 5 € alla volta. In questo modo, i restanti 95 € saranno protetti e al sicuro nel caso in cui il vostro investimento di 5 € vada male e vi potrete risollevare velocemente. Viceversa, se il vostro investimento sbagliato fosse stato più alto, ad esempio di 50 €, ora vi ritrovereste con il vostro budget dimezzato, e vi assicuriamo che non è una bella sensazione. Tante promettenti carriere si sono arrestate proprio per questo motivo. Magari con cifre così basse non vi rendete conto appieno del significato, ma provate a sostituire 100 con 100.000 e capirete subito che la regola del 5% è una regola sacra che dovrete tenere sempre bene a mente.

Diversificare gli investimenti

Un’altra regola che tutti i bravi trader rispettano per migliorare la gestione del rischio nelle opzioni binarie è quella di diversificare gli investimenti. Questa è una regola base per qualunque tipo di investimento ed è eccellente anche per il mercato delle opzioni binarie. Se si punta solo su un investimento, il rischio è concentrato solo su questo investimento. Se invece si diversifica, ovvero si dividono gli investimento su diverse opzioni binarie, allora di dividono anche i rischi. In questo modo, è probabile che se da una parte si perde, dall’altra si guadagna e quindi la perdita del primo investimento viene compensata dal guadagno nel secondo. In questo modo, eventuali perdite non pesano mai sul bilancio finale e gli investimenti risultano quindi molto meno rischiosi.

Trovare il broker giusto

Date per scontate le due regole precedenti, bisogna anche trovare il broker giusto che ci permetta di effettuare la gestione del rischio che riteniamo più opportuna per le nostre esigenze. Se abbiamo un budget basso, dovremo quindi trovare un broker che ci permetta di fare investimenti bassi. Dovrà anche permetterci di diversificare gli investimenti. Non è sempre facile perché ogni broker ha ovviamente le proprie regole, ma grazie all’ampia offerta, ci sarà sicuramente il broker perfetto per ogni investitore.

Non cedete alla tentazione

Infine, bisogna anche considerare l’aspetto psicologico dell’investimento. Per attuare un’accurata gestione del rischio nelle opzioni binarie non bisogna mai e poi mai farsi prendere dalla smania di guadagni facili. Lo ribadiamo, i guadagni facili non esistono! Non cedete mai alla tentazione di fare investimenti che non rispettano le vostre regole di base solo perché magari siete stati fortunati una volta e vi è andata bene. I colpi di testa nel mondo del trading sono quanto di peggiore si possa fare. Certo, nessuno dice che non vi può andare bene, ma se ci affidiamo solo alla fortuna abbiamo finito di parlare di investimenti ragionati e siamo passati a parlare di gioco d’azzardo. La morale quindi è: se il vostro investimento è andato a buon fine, bene, siamo tutti molto felici. Ma cercate di capire perché per poter mettere da parte un’esperienza positiva e non fatevi prendere dalla smania di investire subito su un’altra opzione a caso solo perché in quel momento vi sentite fortunati.

La gestione del rischio nelle opzioni binarie

�� Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Trading in sicurezza, e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Il trading di opzioni binarie è un’attività rischiosa: dobbiamo sempre ricordarci che ci sono dei soldi in ballo nelle varie operazioni che aprirete. Operazioni possono andare a buon fine oppure il contrario: uno può pure avere una strategia di trading più che ottima, ma le perdite accadranno lo stesso.

E’ impossibile evitarle e ottenere solamente profitti: perdere fa parte del gioco. Però, come vogliamo far notare noi di meteofinanza.com, perdere qualche volta è un conto; perdere costantemente è un altro. Se infatti abbiamo un ratio di profitti/perdite pari a: otto guadagni contro due perdite ogni dieci operazioni, nel lungo termine saremo in positivo nel nostro account per il trading. Già se il ratio scende intorno ai 6 guadagni contro 4 perdite, la situazione potrebbe non essere così rose e fiori per il trader.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Strategia di Risk Management o Gestione del rischio

Ecco brevemente spiegato a cosa serve una strategia di “risk management” o gestione del rischio: ogni trader dovrebbe averne una a portata di mano e dovrebbe sempre applicarla durante la propria attività di trading quotidiana. Tra l’altro la gestione del rischio è una cosa che facciamo ogni giorno della nostra vita e in ogni momento: quando si va a scuola, quando si studia all’università, quando si esce ad un appuntamento, quando si lavora, e così via. Gestione del rischio significa infatti analizzare la situazione nei suoi dettagli, verificare i possibili pro e contro, ed infine mettere in pratica una strategia per limitare il rischio di fallimento e aumentare le possibilità di successo.

Facendo un paio di esempi di vita quotidiana: quando andavamo a scuola, ci sarà sicuramente capitato di avere una settimana piena di potenziali interrogazioni; magari sappiamo che mercoledì abbiamo una verifica scritta, mentre venerdì ci saranno due potenziali interrogazioni orali: le professoresse di due diverse materie interrogheranno due studenti come loro solito. In una situazione del genere entra in gioco la gestione del rischio: il compito scritto di mercoledì è un qualcosa che non possiamo evitare, quindi studieremo di certo; ma riguardo a venerdì? Dobbiamo semplicemente valutare diversi fattori: qual è la materia più facile delle due? Quale delle due professoresse è di “voti larghi” quando interroga? Sono stato già interrogato recentemente nella materia della professoressa, e quindi ho maggiori chance, di non essere chiamato? Oppure sono rimasto uno dei pochi a non essere ancora stato chiamato?

Sono un paio delle tante domande che uno studente prenderebbe in considerazione in una situazione del genere, per mettere in azione una gestione del rischio vincente. Magari la giusta strategia risulterebbe quella di farsi interrogare volontario nella materia più facile tra le due; e sfruttare il fatto di essere stati interrogati a nostro favore: potremmo dire all’altra professore di aver appena “subito” una interrogazione e di essere alquanto stanchi. Insomma, cercando di essere graziati.

Sembra strano a dirsi, ma la gestione del rischio viene applicata in questo modo anche al mondo del trading di opzioni binarie: bisogna valutare diverse fattori, mettere in atto diverse strategie; tutto con lo scopo di diminuire il rischio e aumentare le chance di successo. Andiamo ora a vedere alcuni basilari consigli di “risk management” che ogni trader di opzioni binarie dovrebbe seguire assolutamente.

Prima regola d’oro: investi solamente ciò che puoi permetterti di perdere

Una frase che viene ripetuta quasi sempre qua su meteofinanza.com, ma che nonostante ciò passa inosservata a molti trader di opzioni binarie. Una volta che aprite un account presso un broker di opzioni binarie dovete sempre scegliere di depositare una cifra adeguata alle vostre tasche, ovvero una cifra che non faccia la differenza nella vostra stabilità finanziaria. La cifra deve ovviamente essere almeno pari al deposito minimo richiesto dal broker (e se il deposito minimo risulta troppo elevato per le vostre tasche potete: cercare un altro broker; semplicemente aspettare il tempo necessario per accumulare la somma necessaria). Vi consigliamo la lettura dell’articolo presente sul nostro sito (LINK) riguardo la somma “ideale” da depositare presso un broker di opzioni binarie.

Gestire il rischio in ogni singolo investimento

A seconda di quanti soldi avete depositato presso il broker avrete una cifra differente disponibile per fare trading di opzioni binarie. Ma la domanda sorge spontanea: quanto dovrei investire per ogni singola operazione che apro? Mettiamo di avere depositato 1000 EUR per esempio: dovrei investire 100 EUR per ogni singola operazione? Oppure molto di meno come 20 EUR? O molto di più come 200 EUR, magari perché la mia strategia mi sta dando segnali “forti” e più affidabili del solito?

Prima cosa: mai investire l’intera somma che avete depositato su una singola operazione! Rischiereste di bruciare l’intero account in un sol minuto ed inoltre qui non si tratta di gioco d’azzardo: per quello vi sono i casinò. Trovare la giusta cifra da investire dipende dalla vostra strategia di trading: se siete trader “aggressivi” sul mercato potreste decidere di investire leggermente più del normale, se siete più “conservatori” potreste decidere di investire meno della norma. Comunque sia, vi lasciamo una formula che può tornare utile al vostro calcolo di investimento:

Cifra disponibile da investire (moltiplicata per) percentuale della cifra che si vuole rischiare.

Ovvero, con l’esempio da 1000 EUR e volendo rischiare qualcosa più del solito:

1000 EUR * 5% = 50 EUR

Questa è la cifra che dovreste rischiare con le vostre operazioni aperte: potete aprire una singola operazione da 50 EUR, oppure due operazioni da 25 EUR, o ancora due operazioni da 10 EUR e una da 30 EUR. Sta a voi la scelta o meglio dire, dipende dalla vostra strategia di trading di opzioni binarie. Normalmente si tratta di una cifra che oscilla dal 2-3% fino al 5%: mettere a rischio più del 5% del vostro account non è consigliato, soprattutto ai trader meno esperti che hanno appena iniziato a fare trading di opzioni binarie.

Educazione & Strategia: mosse vincenti

Sapere è potere: se un trader sa come studiare ed analizzare i grafici, come interpretare i movimenti dei prezzi sfruttando l’analisi tecnica e rimane sempre aggiornato sulle ultime notizie più importanti riguardanti il mercato dove sta operando, aumenterà notevolmente le sue possibilità di successo. E’ vero che la percentuale di successo di partenza nel trading di opzioni binarie è alquanto elevata: 50% di probabilità di vittoria così come di perdita. Ma con la giusta educazione e la giusta strategia, quindi non andando a caso o allo sbaraglio, si possono incrementare le chance a percentuali molto più favorevoli. In caso siate a “digiuno” di analisi tecnica e vogliate saperne di più a riguardo, vi consigliamo la nostra sezione educativa del sito raggiungibile tramite questo (LINK).

“Paper trading”, account demo e diario del trader

Gli ultimi consigli che noi di meteofinanza.com ci sentiamo di dare sono proprio i tre sopracitati nel titolo. Per chi non lo sapesse, il “paper trading” sarebbe una sorta di metodo per “provare” il trading di opzioni binarie senza dover rischiare soldi né dover aprire un account presso un broker. Ma il paper trading può essere fatto anche una volta che si ha aperto un account, la sostanza rimane sempre la stessa: si prendono fogli e penna, e si scrivono tutte le operazioni che, seguendo una strategia, si sarebbero aperte con un fantomatico account presso un broker. Si segna quanti soldi sono stati investiti, il tipo di operazione e l’orario, si annotano particolari riscontrati, e alla fine si tirano le somme. In questo modo giorno dopo giorno e settimana dopo settimana è possibile testare una strategia senza rischiare un singolo euro.

L’importanza di un account demo invece è quasi scontata: avere la possibilità di accedere alla piattaforma del trading, tastare le acque, prenderci la mano, aprire le prime operazioni (senza rischio di perdere denaro reale), non ha prezzo. E’ un grande vantaggio per i novizi del trading di opzioni binarie che possono affrontare così, faccia a faccia, il trading tramite la piattaforma del broker stesso, in completa sicurezza. Sfortunatamente però non tutti i broker permettono l’apertura di un account demo; oppure alcuni broker regalano l’account demo per un certo periodo o solamente a certe condizioni di deposito: informatevi sempre presso il vostro broker di opzioni binarie.

Ultime due parole da spendere sul diario del trading: è semplicemente un diario di bordo, tutto qua. Dovrete scrivere ogni giorno tutte le operazioni che avete fatto e segnarne i risultati: a fine giornata potrete così vedere dove avete sbagliato e come poter migliorare la vostra strategia in futuro, avendo un “record” di operazioni effettuate.

Questi erano solo alcuni dei possibili consigli da applicare al trading di opzioni binarie: su internet, sui forum riguardante il trading di opzioni binarie, così come sul nostro stesso sito, potrete trovare maggiori informazioni. Ma la regola di base che accomuna tutte le strategie è la seguente: usare sempre il buon senso e rimanere sempre freddi, logici e razionali.

Gestione del rischio e del capitale

Le opzioni binarie sono una delle forme più semplici di investimento, e per questo sono preferite particolarmente da molti investitori inesperti. Questo non significa, tuttavia, che esse non presentino dei rischi, infatti, come per qualsiasi altro strumento finanziario, questi ci sono e pertanto occorre essere sempre molto attenti per evitare di perdere facilmente soldi se si inizia con troppa superficialità e leggerezza.

Pertanto, anche se negli ultimi anni sono diventate popolari, e talvolta molto redditizie, si consiglia di essere molto attenti ed avere un approccio con i piedi di piombo. Prima di lanciarsi a capofitto in questa avventura è fondamentale imparare a gestire il rischio e il proprio capitale.

La prima certezza che ogni trader dovrebbe far propria è che negli investimenti in opzioni binarie è normale anche subire perdite! L’investitore che, come una sorta di onnipotente guru dei mercati finanziari, pensa il contrario è destinato a non diventare mai un buon professionista fallendo in breve tempo. Ma occorre evitare anche il rischio opposto, chi pensa di non poter vincere per paura di perdere soldi, farebbe meglio ad allontanarsi dal mondo del trading.
Un po’ di iniziativa è indispensabile e la paura di perdere il denaro investito non dovrebbe mai essere più forte del desiderio di realizzare un profitto.

La gestione del rischio è alla base di ogni trader, principiante o esperto.

Naturalmente quando si ha una scarsa o nessuna esperienza di trading è normale perdere qualcosa durante gli investimenti iniziali, ma questo aiuterà ad imparare a gestire il capitale, evitando qualsiasi crisi emotiva e soprattutto economica.

I punti principali da tenere a mente per fare buon trading possono riassumersi così:

  • ridurre le perdite e incrementare le opportunità di profitto
  • gestire adeguatamente il capitale
  • investire in modo corretto il capitale
  • diversificare i rischi

Per una corretta gestione del capitale è indispensabile decidere la quantità di denaro che si vuole investire nel traging. E’ fondamentale che questo importo non vada ad influire sul reddito che viene utilizzato nella vita quotidiana. Prima bisogna soddisfare le esigenze della famiglia, pagare le rate del mutuo e auto, conservare qualcosa per le esigenze impreviste, e poi solo quello che rimane andrebbe utilizzato per un investimento.

In questo modo, si metterà a rischio il solo capitale investito e nient’altro, questo non va mai dimenticato se volete continuare a dormire sonni tranquilli.

La seconda regola è quella che consiglia di non investire mai tutti i soldi in una sola o poche operazioni. Una buona gestione del capitale è quella che prevede di minimizzare le perdite e massimizzare i profitti.

I trader esperti dicono che non si dovrebbe mai investire una quota troppo elevata del proprio capitale in una sola operazione. Statisticamente, la quota di capitale che può essere persa in una sola operazione, e che permetta all’investitore di continuare a fare profitti nel medio e lungo termine, è pari al 5% del totale.

Questo perché, anche se vi trovaste ad afforntare una serie di perdite, si può continuare a contare sulla restante parte del capitale, che permetterà una potenziale ripresa. Se in una sola operazione si investisse il 30% -40% del capitale, si può essere certi che con solo 2-3 perdite consecutive ci si troverà fuori dai giochi per esaurimento del capitale.

La possibilità di subire perdite consecutive è un qualcosa che può accadere a qualsiasi trader, compresi i più esperti. I motivi per cui ciò si verifica possono essere diversi come ad esempio la negatività di un momento, la troppa sicurezza, l’avidità che spinge ad investire in attività più redditizie ma altamente rischiose.

Per evitare il manifestarsi di problemi di natura psicologica, il trader, oltre ad investire non più del 5% per ogni transazione, non deve mai investire più del 15% del capitale.

Immaginate un investitore che, rispettoso della regola del 5%, decide di aprire 10 posizioni contemporaneamente che chiudono tutte Out of the money. Superare il colpo di aver perso il 50% del suo capitale in un solo giorno è una tragedia difficile da superare anche dal punto di vista psicologico e può portare alla decisione drastica di chiudere lì la propria esperienza nel mondo del trading.

Un aspetto delle opzioni binarie che incide positivamente sulla gestione del rischio, è il fatto che, già prima di aprire una posizione, il trader è informato su quello che sarà la perdita massima e il guadagno potenziale del suo investimento.

Questa informazione è molto importante, quindi bisogna rimanere razionali senza perdere il controllo perchè la tentazione di avventurarsi in investimenti altamente rischiosi o imprudenti è sempre presente.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: