I ritracciamenti nel trading – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

I ritracciamenti di Fibonacci e il loro utilizzo nel trading

La strategia di Fibonacci è un must per ogni trader perché si basa sulla famosa sequenza matematica che ha preso il nome di colui che l’ha ideata, Leonardo Fibonacci. La strategia dei ritracciamenti di Fibonacci è una delle più sicure e utilizzate nel trading, per cui vale la pena capire anche solo brevemente come funziona!

I ritracciamenti di Fibonacci sono dei valori percentuali utilizzati per identificare delle possibili inversioni di tendenza. Nell’analisi tecnica la sequenza di Fibonacci è considerata un indicatore tecnico a tutti gli effetti, che se combinato con altri indicatori permette di elaborare una strategia davvero efficace. I ritracciamenti sono quindi dei valori percentuali risultati dal rapporto, costante, tra particolari abbinamenti di numeri (23.6, 38.2, 50, 61.8 e 100 per cento).

Ebbene, per quanto riguarda il trading è stato appurato che questi livelli percentuali rappresentano dei riferimenti importanti per poter apprendere al meglio l’andamento dei prezzi nei mercati finanziari: non si sa bene quale rapporto ci sia tra i numeri di Fibonacci e l’andamento dei prezzi, ma i risultati di un loro abbinamento ha consegnato nel tempo dei risultati statisticamente sorprendente in termini di previsioni azzeccate!

I trader in pratica possono usare i rapporti di Fibonacci per tracciare sul grafico i rispettivi ritracciamenti e individuare l’entità di una correzione o di pullback di un trend.

Utilizzo dei ritracciamenti di Fibonacci nel trading di opzioni binarie

Ottobre 13, 2020 by Redazione

Il cosiddetto metodo dei ritracciamenti di Fibonacci è divenuto molto diffuso tra i trader, in quanto supporta gli investitori nello sviluppo di una strategia per il trading di opzioni binarie.

Non importa se ti occupi di investire in materie prime o nel forex: se fai trading devi conoscere questi concetti.

La figura di Fibonacci è molto nota in particolare tra gli informatici. Il suo metodo è uno dei classici esempi di funzioni ricorsive calcolabili con algoritmi di calcolo molto efficienti. Il riferimento in questo caso non è all’informatica o calcolo parallelo ma alla Finanza.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Prima di cominciare la nostra analisi sull’uso dei ritracciamenti di Fibonacci nel trading binario, è meglio mettere in chiaro che per ottenere il successo con le opzioni binarie la strategia di trading non è sufficiente. Bisogna scegliere in modo accurato il broker. Solo operando con broker affidabili e sicuri e con elevati rendimenti si può sperare di guadagnare davvero. Ecco la classifica dei migliori broker per fare trading di opzioni binarie:

Social Trading (Copia i migliori)

Semplice ed intuitivo

Leva fino a 400 per trader professionisti

Metatrader 4 disponibile

Demo Gratuita Illimitata

Deposito minimo basso

L’opzione binaria ha un prezzo che può essere tracciato

La tracciatura può avvenire attraverso un grafico dei prezzi in funzione del tempo. Così è più agevole vedere i punti alti e i punti bassi che l’opzione ha raggiunto in un lasso di tempo. I ritracciamenti di Fibonacci sfruttano i punti alti e bassi di ogni opzione per tracciare linee orizzontali nel grafico. La linea 100% e la linea 0% sono tracciate in base al punto più basso e al punto più alto. Tre linee aggiuntive vengono tracciate nella parte centrale del grafico al 61,8%, 50% e 38,2%. Queste percentuali sono state fissate in modo matematico.

È dimostrato come il prezzo di un titolo o il movimento di un’opzione, i livelli di supporto e di resistenza sono in genere pari o molto vicini a queste linee, consentendo ai trader di capire meglio come un investimento rischia di reagire ai cambiamenti del mercato. Le linee delle percentuali tracciate sul grafico consentono di prevedere dove si verificano i cambiamenti. Al contempo possono agevolare i trader a prevedere quando è il momento idoneo per acquistare o vendere l’opzione binaria.

I ritracciamenti di Fibonacci non sono un metodo infallibile

I ritracciamenti di Fibonacci rappresentano un buon indicatore di trend passati. Possono essere usati per prevedere i trend futuri. Esistono diversi fattori che lo possono rendere discordante. Un trader principiante tenderà ad usare Fibonacci così come è rappresentato sul grafico. Un investitore con esperienza sul campo, regolerà le linee delle percentuali adattandole al grafico dell’asset specifico, ottenendo in questo modo una migliore previsione del verificarsi dei ritracciamenti.

Il mercato è volatile. Di conseguenza non è possibile prevedere al 100% che un evento avverrà in un determinato punto nel tempo. E’ fondamentale essere preparati per un certo grado di rischio nel caso di opzioni binarie. I ritracciamenti di Fibonacci possono essere utilizzati con qualsiasi tipo di opzioni binarie. Grazie a collaudati strumenti matematici come il ritracciamento di Fibonacci, è possibile assumere decisioni consapevoli sul trading di opzioni binarie.

Uso del metodo Fibonacci

Il metodo Fibonacci viene perlopiù usato per: seguire un trend in corso – rialzista o ribassista – ; trovare punti di inversione del trend in corso – da rialzista a ribassista e viceversa -. Il metodo Fibonacci non è di difficile comprensione e può essere sfruttato anche da trader inesperti.
La sequenza di Fibonacci
Fibonacci è stato un matematico italiano. Tra il 1100 e il 1200 scoprì una serie di numeri, passati alla storia come serie di Fibonacci, una sequenza di numeri dove ognuno di essi è la somma dei precedenti e, se diviso per il precedente, tende ad avvicinarsi al valore costante del numero aureo che è 1,618.
E’ una successione di numeri positivi interi dove ciascun numero è la somma dei 2 precedenti. I primi numeri della successione di Fibonacci sono: 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144 e così via.

Bisogna conoscerne la strutturazione, il funzionamento e le possibilità di utilizzo. Il motivo per cui Fibonacci ha scoperto tale successione di numeri è singolare. Doveva risolvere un problema di natura pratica: quante coppie di conigli si ottengono in un anno da una sola coppia supponendo che produca ogni mese – tranne il primo – una nuova coppia, che a sua volta diventa fertile a partire dal secondo mese?

La successione di Fibonacci fu inventata nel 1202 e venne applicata nel campo delle probabilità. La successione ha trovato un’applicazione nel Forex e nel trading online, con la cosiddetta strategia Fibonacci o metodo Fibonacci.

Metodo Fibonacci per il trading di opzioni binarie

Il metodo Fibonacci può essere usato quando c’è un trend in corso. Se il mercato è in una fase laterale, non in un trend ben definito, la strategia potrebbe non funzionare come previsione e divenire meno affidabile. Il metodo Fibonacci può applicarsi per qualsiasi timeframe sia che si faccia trading nel breve termine, sia che si faccia trading nel lungo termine. Può essere usato nel trading di opzioni binarie sia si faccia trading con opzioni binarie 60 secondi sia che si operi con opzioni binarie con scadenze a 15 minuti, 1 ora o un giorno.

Strumenti di Fibonacci

Sfruttando la successione di Fibonacci, gli analisti finanziari creano differenti strumenti con l’obiettivo di aiutare i trader ad individuare e seguire il trend oltre che individuare punti potenziali di inversione. Gli strumenti di Fibonacci sono: ritracciamenti di Fibonacci; archi di Fibonacci; Fan Line di Fibonacci; Time Extension di Fibonacci.

Tutti gli strumenti di Fibonacci vanno applicati insieme ad altri metodi dell’analisi tecnica come indicatori e oscillatori. Procedendo in questo modo l’affidabilità degli strumenti di Fibonacci aumenta e il rischio di incorrere in falsi segnali diminuisce.

Ritracciamenti di Fibonacci

I ritracciamenti sono lo strumento più noto e usato del metodo Fibonacci. Sono usati per individuare importanti livelli di resistenza e supporto sul grafico. Con la conoscenza di questi livelli, i trader possono prevedere con maggiore precisione la direzione futura dei prezzi.

Per disegnare i ritracciamenti bisogna individuare un trend sul grafico che può essere sia rialzista o ribassista
. Poi bisogna selezionare i “ritracciamenti di Fibonacci” tra gli strumenti dell’analisi tecnica a disposizione sul grafico. Quasi tutti i servizi di grafici online offrono gli strumenti di Fibonacci. In un paio di click si può disegnare automaticamente i ritracciamenti di Fibonacci. Dopo avere trovato il trend e selezionato i ritacciamenti di Fibonacci, bisogna: in caso di trend rialzista cliccare prima sul minimo del trend (da dove è iniziato il rialzo), poi sul massimo del trend (dove si è concluso il rialzo). In caso di trend ribassista bisogna fare click prima sul massimo del trend (da dove è iniziato il ribasso), poi sul minimo del trend (dove si è concluso il ribasso).

Il sistema di grafici online disegnerà in automatico i ritracciamenti di Fibonacci.
I ritracciamenti di Fibonacci sono delle linee orizzontali disegnate a dei precisi livelli. Le elaborazioni e livelli vengono calcolate in modo automatico dal servizio di grafici che vengono utilizzati per fare trading. Bisognerà solo selezionare il trend da utilizzare per calcolare i ritracciamenti di Fibonacci. Funzionano come fossero dei supporti e resistenze aggiuntive, utili per stabilire l’andamento dei prezzi e i punti di svolta dei trend (sia rialzi che ribassi). Si inizia con: 0% e 100% (fine ed inizio, inizio e fine). Poi si passa a: 23.6% , 38.2% , 50%, 62.8% , 76.4%. In seguito si tracciano anche i livelli fuori dal range, ovvero: 161.8% , 261.8% , 423.6% . Tali livelli sono chiamati anche estensioni di Fibonacci. I prezzi si muovono all’interno della griglia creata dai ritracciamenti di Fibonacci, rimbalzando tra un livello e l’altro. I livelli dei ritracciamenti di Fibonacci vengono considerati anche dei livelli di supporto e resistenza aggiuntivi.

Archi di Fibonacci

Un altro strumento del metodo Fibonacci sono gli archi di Fibonacci. Questo strumento funziona in modo simile ai ritracciamenti di Fibonacci. Gli archi si usano per individuare delle zone di prezzo che funzionano da resistenze o supporti utilizzando i livelli del 38.2%, del 50% e del 61.8%, espressi però non come linee ma come archi. Il calcolo degli archi di Fibonacci è automatico e viene svolto dal servizio di grafici che si usano per il trading. E’ sufficiente selezionare lo strumento “Archi di Fibonacci” (“Fibonacci Arcs”) tra gli strumenti dell’analisi tecnica disponibili. Dopo aver trovato il trend e selezionato gli archi di Fibonacci bisogna: in caso di trend rialzista fare click prima sul minimo del trend (da dove è iniziato il rialzo), poi sul massimo del trend (dove si è concluso il rialzo). In caso di trend ribassista si tratta di cliccare prima sul massimo del trend (da dove è iniziato il ribasso), poi sul minimo del trend (dove si è concluso il ribasso). Gli archi saranno rivolti verso l’alto in caso si sia utilizzato un rialzo, verso il basso invece in caso si sia utilizzato un ribasso. Quando i prezzi raggiungono il terzo arco di Fibonacci, tendono ad invertire la propria tendenza. In teoria, la fuoriuscita dei prezzi dal terzo arco (quello del 61.8%) rappresenta un’indicazione di inversione della tendenza dominante molto forte. Avverte che si sta avvicinando un’inversione di trend.

Fan Line di Fibonacci

Un altro strumento del metodo Fibonacci sono proprio le Fan Line dette anche linee a ventaglio di Fibonacci, calcolate sfruttando la successione di Fibonacci e come per gli strumenti precedenti, serve sempre prendere in considerazione un trend (rialzo o ribasso). Queste linee hanno una distanza proporzionale in termini dei livelli di Fibonacci, utilizzando i livelli di 38.2%, 50% e 61.8%. Il calcolo viene svolto in automatico. Si tratta solo di selezionare il trend (rialzista o ribassista). Le Fan Line di Fibonacci svolgono un ruolo di supporti e resistenze e possono essere affiancate da altri indicatori, come per esempio l’RSI (Relative Strength Index), per ottenere segnali ancora più precisi.

Time Extension di Fibonacci

Le Time Extension di Fibonacci servono per prevedere punti di potenziale cambiamento nell’andamento del corrente trend dei prezzi. Per disegnare su un grafico le Time Extension, bisogna seleziona un massimo e minimo importante di un trend. E’ bene usare, anche in questo caso, altri indicatori/oscillatori a sostegno di questo strumento di Fibonacci.

Migliori broker opzioni binarie

Concludiamo la nostra analisi sui ritracciemnti di Fibonacci nel trading binario con la classifica dei migliori broker per fare trading di opzioni binarie. Abbiamo accuratamente selezionato, tra i broker autorizzati e regolamentati, quelli che offrono le condizioni di trading in assoluto migliori.

Ritracciamenti nel Trading

Come abbiamo già detto in altre parti della nostra guida, una tendenza raramente segue una linea retta senza includere una serie di tendenze minori: è dunque il tempo di comprendere come “funziona” questa situazione, ovvero capire che cosa sono i ritracciamenti.

Cos’è un ritracciamento

Un ritracciamento rappresenta un’inversione temporanea nella direzione del prezzo, che va contro la tendenza principale. È anche chiamato “correzione” della tendenza principale, e non va confuso con la “inversione”, visto e considerato che il ritracciamento è generalmente un cambiamento di breve termine all’interno della principale tendenza a lungo termine, mentre l’inversione segnala la fine della tendenza più ampia e l’inizio di una nuova tendenza.

In linea di massima, durante un significativo trend rialzista, l’aumento dei prezzi viene periodicamente interrotto da correzioni al ribasso. L’inizio di queste correzioni è solitamente un punto di resistenza, mentre il fondo di tali correzioni (il punto di arresto) è di norma un punto di supporto. Un ritracciamento è da intendersi dunque come una tendenza più piccola che va nella direzione opposta alla tendenza principale.

L’utilità dei ritracciamenti

All’interno di una tendenza, possono verificarsi numerosi ritracciamenti di diverse grandezze e in grado di interessare diversi periodi di tempo. Ora, tenete conto che la fine di una correzione è contrassegnata dal punto di supporto o resistenza (a seconda della direzione della tendenza) per la tendenza a lungo termine, e che la lunghezza e il tempo di questa correzione possono rivelarci qualcosa riguardo al trend più lungo, quello principale.

In un trend rialzista possiamo ad esempio aspettarci che i ritracciamenti possano essere brevi e che non sempre possano ritornare sui livelli di “salita” precedente. Una regola generale è infatti che se una tendenza sembra aumentare fortemente, allora i ritracciamenti possono giungere ad essere inferiori al 50% della tendenza precedente (naturalmente, lo stesso è ben valido anche per le tendenze al ribasso).

Nel caso in cui il ritracciamento in una tendenza al rialzo estenda la sua diminuzione oltre il 50%, allora la linea di tendenza nel trend rialzista più lungo dovrebbe diventare irrilevante. Pertanto, la quantità di un ritracciamento fornisce già un’indicazione di quale sia la forza della tendenza più ampia.

Ancora, tenete conto che un ritracciamento che si verifica in una tendenza ancora esistente può fornire a un trader, che magari non ha partecipato alle prime fasi del trend, l’opportunità di cavalcare una tendenza più lunga di quanto non potesse immaginare. Se il ritracciamento continua a mantenersi al di sopra della linea di tendenza a più lungo termine e continua a non ritracciare più del 50%, questa situazione potrebbe dunque rappresentare una concreta opportunità per un operatore, di agire nella direzione della tendenza a lungo termine.

Quale percentuale di ritracciamento attendersi?

In realtà i ritracciamenti raramente raggiungono una percentuale specifica, anche se ci sono alcuni analisti che ritengono che i ritracciamenti misurati in percentuale possano fornire un buon punto per entrare in una determinata posizione. Per costoro, ad esempio, in un trend rialzista o in ribasso i prezzi tendono a ritornare a una percentuale specifica come il 33%, il 50% o il 66%, oltre alle famose percentuali di Fibonacci, il 38,2% e il 61,8%.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: