Le dichiarazioni della FED impatteranno sul cambio EurUsd

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Le dichiarazioni della FED impatteranno sul cambio Eur/Usd?

È ancora presto per cantare vittoria! È questo il senso delle parole del neogovernatore della FED Janet Yellen nel giorno del suo primo discorso ufficiale fuori da Washington. Il riassunto delle parole del numero uno della banca centrale americana trova la sua coronazione in quell’iconico “for some time” (per qualche tempo) riferito alla necessità del mantenimento di una politica monetaria iperespansiva (Quantitative Easing) per promuovere gli obiettivi statutari della FED, stabilità dei prezzi e massima occupazione.

E la Yellen ha fatto riferimento proprio a questo ultimo punto, dopo i dati sull’occupazione usciti nelle scorse settimane non proprio eccellenti e a margine dell’indice di fiducia Chicago PMI in declino a 55.9 rispetto al 59.8 di febbraio.

Tuttavia, le dichiarazioni del presidente FED arrivano in tempi sospetti, all’inizio di una settimana in cui verranno rilasciat! i cruciali sullo stato dell’occupazione a stelle e strisce, e tutti rigorosamente attesi molto migliori del consenso. L’interpretazione più verosimile è quella che la Yellen, nel suo esporsi ancora a favore di un atteggiamento monetario accomodante in modo così vago, miri a ribadire un messaggio accomodante per calmierare le speculazioni relative al rialzo dei tassi anche a seguito della pubblicazione delle proiezioni dei tassi a seguito dell’ultima riunione del FOMC.

Market movers

Alle 9:55 l’indice di fiducia del settore manifatturiero tedesco atteso in linea con le attese a 53.8 e della zona Euro anche in questo caso poco inferiore e in linea con il precedente a 53.0. A seguire alle 10:30 è la volta del Regno Unito dove la fiducia del settore manifatturiero è attesa in lieve flessione a 56.7 rispetto al dato precedente a 57.9, ma comunque ben superiore al livello medio europeo. Il tasso di disoccupazione della zona Euro in uscita alle 11:00 è atteso stabile al 12.0%.

Nel pomeriggio alle 16:00 è previsto negli Stati Uniti il rilascio del dato ISM sempre sulla fiducia nel settore manifatturiero questa volta in rialzo a 54.0 rispetto al dato precedente a 53.2.

Dopo una notte interlocutoria, nelle prime ore di oggi riparte con forza l’Euro contro dollaro USA riportandosi a 1.3790 dopo essersi adagiato sulla trendline ribassista e margine superiore del canale ribassista (grafico). È ancora presto per parlare di vera e propria inversione di trend di medio periodo poiché non è ancora stata violata la resistenza a 1.38, ma con i dati europei sulla fiducia dei consumatori spagnoli in rialzo a 52.8, gli altri paesi che seguono a ruota con l’italia in testa a 52.4 e la disoccupazione in Germania che scende a 6.7% rispetto al precedente 6.8%, ci sono i segnali per una ripresa, almeno in potenza, dell’economia del vecchio continente.

Ritorna sui massimi relativi USDJPY attestandosi in zona 103.20 dopo aver cercato di sforare la parte alta del nostro canale rialzista sul rilascio dei dati sul comparto industriale giapponese. Con un indice Tankan uscito a 17 leggermente sotto le attese che lo davano a 18, ma comunque superiore al precedente 16 e la componente non manifatturiera dell’indice in linea con le attese 24 contro il precedente 20, lo Yen si è di nuovo indebolito riportandosi sopra la soglia 103. Anche il mercato azionario giapponese risente leggermente degli effetti dei dati con l’indice Nikkei che cede lo 0.24%. Da monitorare nel pomeriggio l’uscita dei dati americani sulla fiducia del comparto manifatturiero.

Al contrario delle speculazioni che suggerivano la possibilità di un rialzo a sorpresa dei tassi, la RBA ha lasciato il riferimento a 2.50% sottolineando anche che la politica monetaria della banca centrale australiana rimarrà espansiva per stimolare la ripresa dei consumi al fine di far fronte al rallentamento del settore minerario che ha risentito molto del rallentamento dell’economia cinese delle scorse settimane. Tuttavia, dopo un pull back dai massimi, il dollaro australiano rimane ben sopra il livello 0.9250 e decisamente sopra la mediana del canale rialzista (grafico) anche sull’onda lunga della marginale accelerazione dell’indice di fiducia del comparto manifatturiero cinese che cresce in linea con le attese a 50.3 rispetto al 50.2 del mese scorso.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Fattori Economici che Influiscono sull’ EUR/USD

Il Trading dell’accoppiata EUR / USD può spesso coinvolgere visionando le diverse versioni delle notizie economiche e altre notizie che ne influenzano il cambio. Le principali versioni economiche esercitano un’enorme influenza sulla direzione del tasso di cambio e sono costantemente monitorate dagli operatori per ottenere delle indicazioni sulla direzione delle valute.

Tassi di Interesse: L’Indicatore più Importante

L’indicatore economico più importante che influenza l’accoppiata EUR/USD e il suo tasso di cambio è costituito dai tassi di interesse. Il tasso di benchmark del Fed Funds fissato dalla Federal Reserve degli Stati Uniti o dalla Fed e il minimo tasso di riferimento Europeo offerto e fissato dalla Banca Centrale Europea o BCE, costituiscono il più importante elemento fondamentale nella valutazione dell’ EURODOLLARO. La BCE rilascia il proprio tasso di interesse mensile, mentre la Federal Reserve rilascia il tasso sui Fondi Fed otto volte all’anno.

La BCE rilascia il Tasso Minimo di Offerta all’inizio del mese, di solito nella prima o seconda settimana. In generale, il tasso ha già un prezzo sul mercato, con tanti analisti che sono già a conoscenza di un tasso di rialzo o di ribasso prima del loro annuncio. L’annuncio sul tasso di cambio della BCE ha luogo 45 minuti dopo il rilascio del tasso di cambio in una conferenza stampa.

Nella conferenza stampa, la decisione sul tasso viene spiegata ed esposta dal presidente della Banca Centra Europea, che dà generalmente delle indicazioni sulle future decisioni della politica monetaria e di ulteriori tassi di cambio. La decisione sui tassi della zona euro è composta dai sei membri del comitato esecutivo della BCE e dalle 16 banche centrali dell’area euro, che votano su dove il tasso sarà imposto. Il voto non è divulgato al pubblico.

La Federal Reserve da parte sua, rilascia il tasso sui Fed Funds in ogni momento del mese, rilasciando il tasso con il Federal Open Market Committee o con la dichiarazione della FOMC dopo il rilascio del tasso. Come con il tasso BCE, il tasso sui Fed Funds è spesso già quotato nel mercato con la dichiarazione del tasso della FOMC.

Le dichiarazioni del tasso delle banche centrali si dice essere “aggressiva” (in inglese hawkish) quando vengono indicate altre variazioni del tasso, o “addolcito” (in inglese dovish), indicando i tassi che saranno più flessibili rendendo i crediti più facile da ottenere. L’effetto che questo ha sul tasso EUR USD è costituito dal fatto che i tassi più elevati fanno più attraente la moneta di una nazione per gli investitori internazionali.

Numero dei Dipendenti

Dopo i tassi di interesse, i numeri sull’occupazione sono di grande importanza per l’analisi EURO DOLLARO. L’importanza della forza lavoro in una economia non deve essere sottovalutata. In cifre, negli Stati Uniti, la pubblicazione mensile del Non-Farm Employment Change (Cambio dei Dipendenti Non Agricoli) rilasciato dal Bureau of Labor Statistics il primo Venerdì dopo la fine del mese costituisce una delle uscite più importanti nel mercato del forex. Altri importanti dati sull’occupazione Usa sono le Prime Richieste di Lavoro che si pubblicano ogni Giovedi.

I numeri importanti sull’occupazione legali alla zona euro sono costituiti dai numeri sull’occupazione delle principali economie della zona euro, come la Germania e la Francia, così come i numeri consolidati per la Zona Euro.

Altri Importanti Comunicati economici

Oltre ai tassi di interesse e di occupazione, altri comunicati economici hanno una notevole influenza sul tasso EURUSD:

Prodotto Interno Lordo – Il cambio di valore annuale di tutti i beni e servizi prodotti in una economia.

Bilancia Commerciale – La differenza nel valore tra le importazioni e le esportazioni in un’economia, un sovraprezzo indica un maggiore numero di esportazioni mentre il deficit indica un maggiore numero d’importazioni.

Vendita al Dettaglio, Prezzi al Consumo e Indice dei Prezzi alla Produzione – Tutti questi indicatori misurano la pressione dell’inflazione in un’economia e influenzeranno la politica monetaria e i tassi d’interesse della banca centrale di un paese.

Indicatori Sentimentali – Sondaggi sentimentali come il German ZEW Economic Sentiment o l’University of Michigan Consumer Sentiment Indicator (Indicatore di Sentimenti dei Consumatori dell’Università del Michigan) danno ai trader delle indicazioni sulla percezione globale della forza di un’economia e possono influenzare considerevolmente il mercato.

Fattori di fondamentale importanza per l’analisi EURO / DOLLARO includono anche le notizie internazionali. Per esempio, le rivolte in Grecia o un abbassamento del debito degli Stati Uniti può avere un effetto significativo sul tasso di cambio della moneta.

Eur/Usd: Fed gela il cambio, come operare?

26 Giugno 2020 – 10:49

26 Giugno 2020 – 11:51

Sebbene le dichiarazioni del Presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, abbiano fermato il rialzo dell’Eur/Usd, l’analisi tecnica resta positiva ad ulteriori rialzi, almeno fino a quota 1,15

L’Eur/Usd si prende una pausa dopo un’ascesa che lo ha portato al di sopra di 1,14 per la prima volta dal 21 marzo scorso.

Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A spegnere le velleità rialziste è stato il Presidente della Federal Reserve di St. Lois, James Bullard, il quale ha dichiarato che un taglio dei tassi da 50 punti base a luglio sarebbe eccessivo, aggiungendo poi come un abbassamento del costo del denaro nell’attuale contesto sarebbe da considerarsi più come preventivo che come inizio di un vero e proprio ciclo di espansione (per approfondire).

Osservando la reazione dell’Eur/Usd, gli effetti di queste dichiarazioni sono stati piuttosto contenuti, con il cambio che veleggia ancora al di sopra della media mobile semplice a 200 giorni.

L’analisi tecnica resta comunque positiva verso nuovi rialzi, identificando in area 1,15 il principale obiettivo dei prezzi. A ridosso di questo livello transita infatti la resistenza statica lasciata in eredità dai massimi del 7 novembre 2020.

Anche valutando la struttura del rialzo partito lo scorso 31 maggio, è evidente come l’ampiezza delle barre positive sia maggiore rispetto a quelle negative, con i corsi che hanno prontamente recuperato la correzione a cavallo tra il 12 e il 18 giugno 2020.

Al momento quindi, i ritracciamenti restano occasioni d’acquisto, almeno fino a che non verrà effettuata una chiusura al di sotto di 1,1306.

Strategie operative su Eur/Usd

Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Visto quanto emerso dall’analisi tecnica su Eur/Usd, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 1,1350 con stop loss a 1,1295. L’obiettivo principale potrebbe essere così identificato a 1,1480, mentre il target finale a 1,15.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: