Scadenze opzioni binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Scadenze opzioni binarie e time frame da utilizzare

Abbiamo in un precedente articolo parlato dei migliori indicatori di trading per guadagnare con le opzioni binarie (clicca qui! per leggere l’articolo). Ora ci vogliamo occupare di un argomento che sta decisamente a cuore a moltissimi trader emergenti: la scadenza delle opzioni.

Il mercato salirà o scenderà?

È questa la domanda che viene posta, ma la risposta, se non ci fosse il parametro della scadenza, sarebbe certamente molto facile: prima o poi sale, prima o poi scende…ma se ti viene chiesto:

Il mercato salirà o scenderà nei prossimi 30 minuti?

La risposta a questa domanda diventa certamente più complessa e richiede uno studio del mercato abbastanza approfondito. Per poter gestire bene le scadenze delle tue opzioni binarie devi utilizzare particolari time frame, perché? Ora te lo riveliamo…

Time frame e scadenze opzioni binarie

Definizione di Time frame

Il time frame viene indicato come il movimento che ha un prezzo di un determinato asset, in un certo arco di tempo. Se ad esempio osserviamo il time frame M1, abbiamo i movimenti che avvengono ogni minuto; se utilizziamo il time frame H1, abbiamo i movimenti che avvengono nell’arco di un’ora.

Questo ci aiuta a capire come sia possibile studiare in modo molto più facilmente le oscillazioni che il titolo subisce. In questo modo saremo anche nelle condizioni di effettuare una previsione per il futuro andamento.

Osservando i due time frame menzionati, relativi allo stesso asset, nella stessa ora, possiamo notare moltissime differenze; Prima di passare ad esaminarle, teniamo a ricordarvi che il time frame, meglio si adatta ai grafici a barra o candelist. Precisato questo, passiamo ad analizzare le differenze.

Time frame euro/dollaro M1

Time frame euro/dollaro H1

Sembrano grafici differenti, eppure rappresentano le oscillazioni dello stesso asset, ma allora che cosa cambia?

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Con il grafico M1 vediamo le variazioni che avvengono in un minuto , ciò significa che se dalle 16:00 alle 16:15 il prezzo mostra una tendenza ribassista e poi recupera i pips persi e ne guadagna 30 alle ore 17:00.

Nel grafico orario vedremo una candela rialzista, anche se nei primi 15 minuti osservati la tendenza è stata a ribasso. Non ti viene in mente nulla? Esatto, stai pensando alla scadenza delle opzioni binarie: osservando il grafico M1 avresti potuto investire in una opzione binaria Put a 15 minuti ed ottenere dei guadagni; nello stesso tempo avresti potuto investire in una opzione binaria call con scadenza a 60 minuti ed avresti ottenuto ugualmente profitto.

Due segnali opposti per lo stesso asset, l’unica differenza è il time frame osservato e la scadenza.

La scadenza ed il time frame sono collegati!

Scadenza e time-frame sono collegati; ad ogni segnale che si verifica su un determinato time frame corrisponde una certa scadenza. In effetti possiamo notare che la data di scadenza di trading online rappresentano i limiti di tempo entro il quale la previsione che il trader effettua dovrà avverarsi, per concretizzare il suo guadagno.

In questo caso andremo ad indicare i tempi di scadenza come elementi fondamentali, in quanto rappresentano la scadenza di un contratto di opzione.

Vediamo ora il rapporto esistente tra la scadenza dell’opzione binaria e il time frame da utilizzare, secondo la tabella qui sotto riportata:

Ora, utilizzando la strategia della media mobile ad esempio possiamo notare che i periodi vanno adattati in base al time frame che il nostro grafico preso in esame ci fornisce. Questo sta ad indicare che per nessuna ragione non si può non considerare la relazione esistente tra il time frame e la scadenza delle opzioni binarie.

Come vengono stabiliti i tempi di scadenza?

Possiamo subito notare che la maggior parte dei broker di opzioni binarie, offrono tempi di scadenza fissi, ovvero stabiliti a priori. Una parte minore invece di questi, permettono agli operatori di scegliere i tempi di scadenza che meglio si adattano al loro stile di trading.

Esistono principalmente 3 tipi di scadenze:

  1. Scadenze brevi, dove l’arco di tempo di scadenza varia solo di pochi minuti, in un arco di tempo compreso tra 1 minuto e 5 minuti.
  2. Scadenze medie, dove l’arco di tempo di scadenza è compreso tra 5 minuti e si prolunga per 1 o 2 ore; questi possono anche a volte essere più remunerativi rispetto alle scadenze a breve termine.
  3. Scadenze lunghe, dove il tempo di scadenza del trading on line ha un arco temporale di scadenze compreso tra 2 ore e 24 ore.

Come scegliere il Timeframe migliore per opzioni binarie?

Sarebbe bello se esistesse un timeframe migliore per opzioni binarie, vero? In tal modo, operare con le opzioni binarie risulterebbe molto più semplice, dato che la scadenza è probabilmente l’aspetto più fondamentale di un’opzione binaria. Scegliere male la scadenza equivale a mandare a monte la propria operazione e perdere il capitale investito. E’ bene quindi sfatare subito questo mito: non esiste “la migliore” scadenza.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

Infatti, la scadenza deve essere sempre scelta in base alla propria strategia di trading e al momento della giornata in cui si sta operando (soprattutto se vengono rilasciati dati macro economici in grado di influenzare l’andamento dei mercati). Per essere più precisi, quando si sceglie una scadenza devi:

  • Considerare la propria strategia di trading
  • Valutare la possibilità del rilascio di dati macro economici che possono influenzare i mercati
  • Scegliere la scadenza in base al timeframe del grafico che segui

Devi sempre controllare il timeframe che utilizzi nei vostri grafici. Se stai utilizzando un grafico M1 per esempio, dovresti scegliere una scadenza che è almeno 5-6 volte più lunga del tuo timeframe: in questo caso, con un grafico M1 (quindi a 1 minuto) dovresti scegliere scadenze di almeno 5 minuti per le tue opzioni binarie. Tale scadenza si adatta al meglio per essere usata in base alle variazioni di prezzo su un grafico a 1 minuto.

Se invece per esempio operiamo più sul medio termine, e usiamo un grafico a 5 minuti, allora la scadenza dovrebbe essere di almeno 25 minuti; con un grafico a 30 minuti, parliamo di 2h e 30 di scadenza. Se usiamo grafici più per il lungo termine, come 1h, allora parliamo di almeno 5h.

Il motivo di questa regola è semplice: se usiamo per esempio un grafico a 5 minuti per seguire gli andamenti del valore di un asset, non possiamo fare previsioni esatte su come si muoverà fino a fine giornata, perché il grafico a 5 minuti ci permette di seguire solo trend a breve termine. In questo caso quindi, scegliere per esempio di usare scadenze a 1h basando le nostre decisioni su un grafico a 5 minuti, ci porterebbe ad una perdita assicurata. Ma se usiamo scadenze di circa 30 minuti, le nostre previsioni saranno sicuramente più accurate.

Broker opzioni binarie con scadenze opzioni binarie

Ricordati che a seconda del broker di opzioni binarie che sceglierai, potrai trovarti davanti a scadenze differenti. Anche se è vero che al giorno d’oggi, quasi tutti i broker utilizzano le stesse scadenze. Di solito, le differenze principali tra un broker e l’altro potrebbero stare nelle scadenze a brevissimo termine e a lungo termine. Ovvero, magari un broker potrebbe offrire scadenze a 60 secondi, 120 secondi e 300 secondi, mentre un altro broker potrebbe limitarsi solo alle opzioni binarie 60 secondi.

Stessa cosa per quanto riguarda le lunghe scadenze per opzioni binarie. Un broker potrebbe avere scadenze di 6h, 12h e anche 24h, mentre un altro potrebbe arrivare solo fino a 12h. Per tal motivo, quando decidete di scegliere un broker di opzioni binarie, oltre ad assicurarti che sia un broker regolamentato, assicurati che abbia le scadenze che vuoi utilizzare.

Un broker regolamentato che ha un ampio range di scadenze per opzioni binarie tra cui scegliere, è sicuramente il broker IQ Option. Come puoi leggere dalla nostra recensione broker IQ Option, questo broker offre una piattaforma di trading innovativa: si tratta della prima piattaforma di trading per opzioni binarie che può essere scaricata sul proprio computer. E’ possibile così seguire l’andamento degli asset tramite grafici avanzati, con la possibilità di poter applicare anche strumenti dell’analisi tecnica.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

La scadenza delle opzioni binarie

Uno degli aspetti più importanti da considerare di un’opzione binaria è la sua scadenza. È un elemento basilare di cui tenere conto sulla base delle condizioni di mercato, delle strategie di trading da adottare e della tipologia di operazione binaria scelta.

La scelta della giusta scadenza in alcuni casi permette di ottenere più alti profitti, mentre un errore di valutazione al riguardo può ridurre i guadagni o generare delle perdite. Ecco perché è fondamentale comprendere quale scadenza scegliere. Premesso ciò, ricordiamo che nelle opzioni binarie, proprio con riguardo alla scadenza, è possibile conoscere in anticipo quando si inizia e quando si concluderà l’operazione.

Scadenze opzioni binarie: tipologie

Sul mercato esistono opzioni con differenti scadenze, da quella a 60 secondi, la più piccola, fino ad arrivare a quelle di un mese o superiori. Ne consegue che le scadenze più brevi permettono di raggiungere profitti più elevati a parità di capitale impiegato. Oggi infatti sono molti i trader che si orientano sempre di più verso le opzioni binarie con scadenze a 60 secondi. A tal riguardo occorre comunque sottolineare che non tutte le condizioni di mercato risultano adeguate a tali opzioni a breve scadenza, e pertanto è necessario considerare alcuni aspetti.

Quando si sceglie la scadenza delle opzioni binarie, risulta fondamentale scorgere sul grafico il prezzo dell’asset ed individuare un trend ben definito. In tal caso sarà possibile ridurre la scadenza. L’obiettivo di ogni trader dovrebbe essere sempre lavorare su scadenze più brevi possibili ma evitare particolari situazioni di mercato laterale. Ecco perché se sul grafico della nostra piattaforma si osservano delle intense oscillazioni, è opportuno allungare la durata della scadenza delle opzioni.

Strategie scadenze opzioni binarie

Abbiamo visto che le condizioni del mercato influenzano notevolmente la scelta della scadenza di una opzione binaria. A questo occorre aggiungere anche le strategie che vengono adottate. Di solito, l’adozione di metodi che si fondano sull’analisi tecnica sono orientati verso opzioni con una scadenza più breve, mentre sistemi basati sull’analisi fondamentale optano per scadenze più lunghe. Ne deriva che è evidente che se vengono considerati i fondamentali, appare quanto meno contraddittorio operare su scadenze brevi.

Almeno questo in linea di principio. In caso di notizie macro di una certa importanza, le frequenti oscillazioni generate sul mercato orienterebbero ad operare più sul breve periodo, ma sono molti i trader che su opzioni a scadenza breve, preferiscono, proprio come nei momenti di mercato laterale, restarne fuori.

Anche la tipologia di operazione binaria scelta è molto influente sulla scadenza da adottare. Generalmente se viene adottata una opzione Call/Put, è opportuno selezionare la scadenza in base a quanto visto precedentemente ed alla proprie necessità ed esigenze. Se al contrario si decide di operare con opzioni, come ad esempio le touch, il consiglio è di scegliere scadenze brevi.

Opzioni binarie: investire con scadenza giornaliera

Torniamo sull’argomento delle opzioni binarie andando ad analizzare, all’interno di questo interessante ed appetibile mondo, quei prodotti che presentano delle scadenze giornaliere. Si tratta delle opzioni binarie più sicure dal momento che offrono la maggiore probabilità previsionale ed analitica.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

Ovviamente, però, investire in opzioni binarie che presentano una scadenza giornaliera significa essere sicuri che l’opzione prenderà la direzione da noi prevista.

E per poter essere sicuri di questo bisogna analizzare graficamente la quotazione e l’evoluzione del prezzo del titolo finanziario facendo riferimento, ad esempio, ai massimi ed ai minimi raggiunti, al trend di fondo, ai supporti ed alle resistenze, ma anche ai pivot point.

Quando il prezzo si avvicina a questi punti bisogna prepararsi all’investimento in quanto di sicuro accadrà qualcosa. Per poter investire in opzioni binarie con scadenza giornaliera bisogna osservare i punti di supporto e di resistenza del grafico D1 ma investire seguendo le indicazioni riportate nell’h1.

Come fare per investire nelle opzioni binarie giornaliere?

Semplice: il primo passo è quello di aprire il grafico e di tracciare supporti e resistenze storicamente rilevanti. In questo modo avremo definito quei punti chiave che vengono sentiti dal mercato e dagli investitori. Dopodichè potremo passare al grafico orario, H1, per attendere la reazione del mercato al livello chiave identificato.

La reazione potrà essere di due tipologie:
Rimbalza: e quindi inverte la propria direzione. E’ una situazione molto importante perchè va ad influenzare l’esito della seduta e, quindi, può essere sfruttato per investire nelle opzioni binarie con scadenza giornaliera.
Va oltre: continua la direzione intrapresa

Il terzo ed ultimo passo prevede invece l’investimento. Se il prezzo rimbalza su una resistenza si investe in opzioni Put, se rimbalza su un supporto si investe in opzioni call.

Come ben sappiamo, il trader quando effettua un investimento è chiamato ad effettuare una previsione binaria, che prevede appunto di stabilire quale può essere l’andamento del prezzo. Questo andamento di prezzo può andare verso due direzioni: in alto e in basso. Dunque, alla luce di questo è facile comprendere come si abbia il 50% di possibilità di poter indovinare l’andamento giusto del prezzo, e quindi guadagnare da questa operazione. E’ possibile fare una valutazione di quelle che sono le probabilità che l’investitore ha, e come le può aumentare servendosi del money management, ma tralasciamo questo passaggio e concentriamoci su una strategia molto più semplice e al tempo stesso efficace. Questa strategia prevede l’utilizzo di un indicatore di trading molto vecchio e quindi molto famoso, ma non per questo non funzionale, che prende il nome di media mobile.

Cosa intendiamo per media mobile

Andiamo a vedere, quindi, cosa intendiamo per media mobile. Semplicemente, la media mobile è un indicatore di trading, che viene usato per decretare quella che è la direzione più probabile che può prendere un prezzo di un bene che si sta scambiando. Questa media mobile viene espressa in periodi, e di solito ogni periodo rappresenta un giorno. Facciamo un esempio pratico per capire meglio cosa vogliamo dire. Poniamo il caso il prezzo di un bene che stiamo scambiando il primo giorno del mese sia pari a 100 euro, nei rimanenti quattro giorni, questo prezzo si muoverà in questo modo. Il secondo giorno sarà pari a 113 euro, il terzo giorno a 99 euro, il quarto giorno a 85 euro, e il quinto giorno a 115 euro. Andando a fare la media tra questi cinque giorni, il valore che ne uscirà fuori sarà di 97 euro, frutto di questo calcolo: l’addizione dei cinque giorni, con il totale che poi sarà diviso per cinque. Ovviamente se si arriva al sesto giorno, il calcolo che abbiamo appena visto non prenderà più in considerazione il primo giorno, ma partirà direttamente dal secondo, fino ad arrivare appunto al sesto, per un totale sempre di cinque periodi.

Le strategia di trading che si possono attuare

La media mobile di cui abbiamo parlato prima, quindi, offre due tipi di segnali, quello rialzista e quello ribassista. Per quanto riguarda il primo, quello rialzista, avviene nel momento in cui il prezzo buca la sua media mobile, con un andamento che va dal basso verso l’alto. Ovviamente, quando parliamo di segnale ribassista avviene il contrario, e quindi si verifica quando il prezzo buca la media mobile dall’alto verso il basso. Dunque, per poter sfruttare al meglio questi segnali, l’unica cosa da fare è quella di impostare il time frame del grafico che prendiamo in considerazione, così da poter comprendere al meglio quelle che sono le inversioni di tendenza. I time frame da usare partono dall’M30 e arrivano all’H1; mentre la media mobile deve essere impostata a 50 periodi.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Сome fare soldi con le opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: